America’s Cup le palle sono sul biliardo

Luna Rossa la tempesta perfetta.

America’s Cup  le palle sono sul biliardo
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Il voto in pagella, dato al Designer Team di Luna Rossa 2021, è condizionato dalla dichiarazione televisiva fatta dal Co-design Coordinator Horacio Carabelli che, a poche ore dall'inizio della 36ª sfida di America's Cup, sostiene l'assoluta validità della scelta dei foils a Y per Luna Rossa 2021. Pur senza voler essere divertenti come Crozza che definì la rossa italiana come il più costoso tagliaerba mai costruito prima, facciamoci una domanda: se il tuo competitor, che ha avuto molto più tempo di te per scegliere e testare le varie opzioni sul campo, foils a Y compresi, se alla fine opta per i foils a T, ma proprio non ti viene il dubbio, anche senza dover essere un logico cartesiano, di aver preso una strada per una soluzione, forse, non ideale? Passiamo allora alla domanda di riserva: nei libri di storia velica, per quale motivo tecnico sarà ricordata Luna Rossa 2021? Forse per la scelta di posizionare il boma sottocoperta. O meglio per aver messo un carter di raccordo tra il ponte e la main sail. Poi però non "rosichiamo" quando, per una scelta diversa, vediamo che ETNZ issa una randa molto più grande. Ed anche fingendo di non sapere perché su Te Rehutai alzavano ed abbassavano l'albero, manovra questa non possibile su Luna Rossa 2021, come potremmo mai dare la sufficienza alla scolastica quanto anonima progettazione di Luna Rossa 2021. In fondo alla classe Edoardo alza la mano per chiedere la parola e dire che: "Dovete però considerare che Luna Rossa 2021 è stata realizzata con l'utilizzo estremo delle più sofisticate tecnologie oggi presenti sul mercato." Domanda che sarebbe poi una risposta. “A te risulta invece che Te Rehutai sia stata assemblata con stucco, rete, cartone e vinavil al pari dei carri che sfilano a Viareggio?” 
AL CFD di LUNA ROSSA 2021

VOTO 4

Del motore di Luna Rossa 2021, le vele, possiamo solo confermare che sono state l'oggetto del desiderio di ogni altro team. Alla manifattura genovese, che le ha sapute confezionare “sartorialmente” ed anche di più se fosse possibile, va tutta la nostra ammirazione per quello che potremmo definire un raro esempio di perfezione su questa terra.
VELE NORTH SAIL CARASCO di LUNA ROSSA 2021

VOTO 10

PS - Ci giunge adesso questa domanda da un tifoso di Luna Rossa: " Ma se avevamo un motore così bello, perché poi le velocità di punta non sono state le migliori della flotta?” Risposta: “Come ha visto e commentato anche Francesco De Angelis, su ETNZ il tailer non lascava mai il fiocco e, quando potevano, nel dubbio issavano il più piccolo dei due. Perché? Vi ricordate il trimarano di ORACLE, quello che vinse un America's Cup a Valencia nel 2010, umiliando in velocità il catamarano svizzero? Bene, che manovra veniva fatta dagli americani (quelli veri, non quelli venuti  in vacanza ad Auckland). Loro arrotolavano il fiocco dopo i 25 nodi di velocità per liberare l'ala principale dal "disturbo" creato, a quelle velocità, dall'inutile vela di prua.
E così è stato fatto anche su Te Reuthai che, non potendo rollare il fiocco, lo ha considerato alla stregua di un semplice deflettore di flusso, regolandolo "il più piatto non si può", uno smagrimento  oltre misura che riduce il disturbo in balumina dei suoi flussi d'aria in uscita. Tecnica questa che non è stata esplorata dai tailer di Luna Rossa 2021 e di cui non si può certo dare la responsabilità al velaio, che ti ha sempre dato le migliori vele in assoluto che tu hai mai saputo chiedergli.

***

Detto dell'attuale Ferrari del mare italiana, cerchiamo adesso di capire cosa abbia funzionato e cosa no dell'equipaggio e del suo schieramento a bordo. Nel football, la Champion la puoi vincere facile con il semplice 4-3-3. Del perché poi ci si possa anche provare con i più complicati moduli a 3-5-1-1 o con il 3-1-4-1-1, con falso nueve od anche con un alberello di Natale, sembra essere il solito "agenzia complicazioni cose semplici". Data la premessa torniamo a noi: quando un AC-75 entra nel teatro di partenza a 40 nodi, comunque la giri, la regata si svolgerà al pari dell'essere in una lavatrice durante la centrifuga. Ergo le decisioni tattiche e di conduzione saranno da prendere alla velocità di curvatura di Star Treck memoria. Per quanto sopra lo schieramento migliore lo hanno fatto vedere gli inglesi di INEOS, che hanno saputo aumentare di una unità "l'intelligenza di bordo" riducendo a tre il numero di grinder (gli uomini che girando le manovelle garantiscono la potenza dei pistoni che attuano le regolazioni). Così facendo, guarda caso, ad ogni salto di vento o ad ogni diversità di pressione dello stesso, INEOS si è sempre trovato e visto dalla parte favorevole.
Su Luna Rossa 2021 si è optato per l'esordiente "modulo" a due timonieri. L'opzione scelta ha portato ad una spettacolare serie di partenze vinte.
AI TIMONIERI DI PARTENZA di LUNA ROSSA 2021

VOTO 10

Il vantaggio ottenuto con le vincenti partenze di Luna Rossa 2021, statisticamente, è stato poi troppo spesso dissipato da una serie di imprecise valutazioni del tattico/ci presenti a bordo, in una non chiara catena di comando. Infatti la virata, simbolo di tutta la campagna di America’s Cup 2021, la virata che ha determinato il vincitore della più bella regata degli ultimi decenni nella storia di questa competizione, è stata decisa con una chiamata di Spithill divergente da quella di Bruni, con Sibello (il teorico tattico/stratega pescato dalla regolazione della randa) che non sapeva più che pesci pigliare. Per comprendere del perché spesso è sembrato che il vento si sia fatto beffe di Luna Rossa 2021, rientriamo per l'ultima volta nel mega extra galattico ufficio del presidente dei presidenti. Supponiamo: adesso che alle spalle del "trono di spade" su cui siede il nostro kaiser sia appeso il bosco incantato della serie Fictional Cosmos di Mariko Mori. Del quale ovviamente non parleremo del suo indicato percorso di Iniziazione, Purificazione, Illuminazione, né del perché si possa definire come uno strumento atto alla possibilità dell'espansione del senso di sé.

Sulla parete alle spalle del "Fantozzi" di turno, fa invece bella mostra di se un Monet intitolate  Le Ninfee.

Dopo aver ammirato le due opere d'arte la domanda è: il tempio è azzurro o rosso? La panchina è a destra o a sinistra? Incredibile ma vero, al pari di "Fantozzi" tutti noi sappiamo dare le risposte esatte! Ma se la domanda fosse: sul Monet alle tue spalle, immaginando che ogni foglia sia una raffica di vento, tu, amico mio, sceglieresti di navigare a destra o a sinistra? E così, incredibile ma vero, noi che non siamo nessuno, ma possiamo vedere le due opere (il campo di regata) nella loro interezza, sappiamo rispondere, mentre il povero Fantozzi, che vede solo metà dell'area in oggetto, avrà molte difficoltà a dare la risposta esatta prima di urlare che "la corazzata Potëmkin è una cacata pazzesca". Nulla di personale e vada per la partenza, ma come si fa poi a navigare con due timonieri di ruolo affidando alla fine le scelte decisive a un randista? Tu che vai in vacanza con il Pelé della vela, il tuo amico brasiliano Torben Grael! E a seguire 92 minuti di applausi…
TATTICA E NAVIGAZIONE di LUNA ROSSA 2021

VOTO 5
E questo perché alla fine di una sessione di esami ci si sente sempre più buoni e si ha voglia di andare a bere un drink al "Roxy's Bar".

Così, alla conclusione di questa bellissima avventura, vissuta dai nostri eroi nell'altro emisfero, ci auguriamo che le nostre parole di “Amore Prussiano" possano essere utili a delle costruttive riflessioni, atte a migliorare il risultato della prossima sfida italiana all’America’s Cup. Se invece si pensa che un bravo giornalista/genitore debba solo ricoprire il figlio di caramelle e cioccolatini per farlo felice e sorridente… Possiamo solo augurarci che questo "dolce" giornalista/genitore, abbia in casa molto molto dentifricio.

GA&CM