Arcuri indagato per le mascherine cinesi

Arcuri ha smentito naturalmente.

Arcuri indagato per le mascherine cinesi
Domenico Arcuri
chesini garden
chesini garden
chesini garden

LA PROCURA INDAGA ARCURI PER LE MASCHERINE CINESI



Domenico Arcuri, voluto da Giuseppe Conte a capo della struttura messa in piedi per l’emergenza Covid e amministratore delegato di Invitalia, società con la quale operava, sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati, dalla Procura della Repubblica di Roma, per peculato e appropriazione indebita.

La notizia è stata è stata pubblicata dal quotidiano “La Verità”. Assieme ad Arcuri sarebbe indagato anche il suo più stretto ex collaboratore, Antonio Fabbrocini. L’accusa sarebbe contenuta nel fascicolo sulla fornitura di mascherine cinesi per 1,25 miliardi di euro.

Proprio per l’importazione di queste mascherine, una parte per giunta senza alcuna certificazione attestante l’idoneità all’uso, lo scorso 24 febbraio era scattato un arresto ed erano state applicate quattro misure interdittive della libertà.