Catania, Meli, Uil: "Per i lavoratori servono soluzioni, non elemosine"

Neppure il Covid è riuscito a mettere in quarantena la nostra voglia di essere Uil

Catania, Meli, Uil: "Per i lavoratori servono soluzioni, non elemosine"
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Emergenza covid, Enza Meli per la Uil: "Per i lavoratori servono soluzioni, non elemosine"

Nel corso dlel'assemblea di fine con una lunga fila di partecipanti, si sono alzate le parole ferme e decise della Meli.


Enza Meli ha aggiunto dopo un lungo intervento: “Neppure il Covid è riuscito a mettere in quarantena la nostra voglia di essere Uil, ovvero difendere i diritti dei lavoratori, dei pensionati, delle famiglie con responsabilità e fermezza, protestare ma anche offrire idee e soluzioni, stare accanto ai cittadini per dare voce a chi non ha voce. Al disastro della pandemia abbiamo risposto con il contributo di esperienza e idee di tutte le organizzazioni di questa nostra grande famiglia con il Progetto sulla Ripartenza in Sicurezza e Legalità di Catania e Provincia.

Noi portiamo su tutti i tavoli di discussione proposte e idee insieme con la nostra voglia di ascoltare ma anche di essere attentamente ascoltati. Lo abbiamo fatto sempre e ovunque, per ultimo in questi giorni intervenendo all’incontro con il sindaco di Catania sulle scelte strategiche per lo sviluppo cittadino o ancora partecipando alla riunione con i vertici di Wyeth Lederle-Pfizer sulle prospettive del sito etneo della multinazionale”.