Basilicata e Puglia, operazione antidroga

Potenza, maxi operazione di contrasto al narcotraffico

Potenza, scoperta una pericolosa organizzazione per lo spaccio di droga anche in altre regioni.

https://vtube.it/basilicata-e-puglia/

Potenza, il Reparto Operativo Nucleo Investigativo, ha dato esecuzione ad un’ordinanza del GIP di Potenza.
La disposizione è partita dalla Direzione Investigativa di Potenza.

Chi sono e quanti sono gli arrestati

Sono undici gli arrestati e già in carcere, altri quattro agli arresti domiciliari; uno con divieto di dimora in Puglia e Basilicata.
Sono sei coloro che dovranno presentarsi tutti i giorni alla polizia giudiziaria.

Cosa hanno scoperto DDA e Comando dei Carabinieri

Premesso il principio di presunzione di non colpevolezza, prima della condanna eventuale:
Due persone, un italiano C.E e l’altro albanese, I.A. erano i vertici dell’organizzazione.

L’accusa è lo spaccio di stupefacenti nella provincia di Foggia, con automezzi per il trasporto.
La droga di cui si parla è “principalmente marijuana e cocaina.

Erano organizzati bene, gli spacciatori: avevano nascondigli e aree di stoccaggio.
Avevano una rete di pusher per ricerca e vendita al minuto della droga.
I proventi illegali venivano rendicontati dai vertici del gruppo.

Gli insolventi

C.A. già condannato per il reato di associazione mafiosa, era utilizzato, vista la fama, a scopo intimidatorio per scoraggiare chi non volesse pagare.

Le armi del gruppo

I Carabinieri hanno trovato gravi indizi sul possesso di armi da guerra, tre kalashnikov dell’albanese di D.G.A, in carcere per sodalizio mafioso.

I reati

Reati trovati dagli inquirenti:
condotte criminose con rifornimento, detenzione cessione e spaccio di droga ad altri due gruppi.
I gruppi a cui si fa riferimento operano nel territorio del vulture-melfese.
Il primo a base famigliare: padre e due figli.

I Carabinieri ci tengono a sottolineare che non si tratta di episodi saltuari:

E’ in atto una costante opera di contrasto a tutte le forme di criminalità organizzata nel territorio.
Gli stupefacenti, in particolare, destano preoccupazione ed allarme sociale.

Gli aspetti negativi della droga si ripercuotono sulla salute pubblica e per i proventi tali da spingere tanti ad approfittarne.

Condividi sui social