Il giallo in una frase

“Il Giallo in una frase”: il nuovo contest letterario-fotografico di Ceresio in Giallo  2023-2024 che promuove lettura e libera creatività

 

 Il giallo in una frase.

Fino al 31 marzo è possibile partecipare alla nuova sezione del concorso letterario

inviando la foto di una frase di senso compiuto ottenuta componendo titoli di libri di cui almeno uno di genere giallo

 

Premiato l’autore della prima frase classificata. Le foto delle dieci più belle frasi saranno esposte in occasione della premiazione del concorso. Partecipazione gratuita

 

Varese, 14 settembre 2023 –  Lettura e fotografia: Ceresio in Giallo, concorso letterario internazionale nato da un’idea di Carla De Albertis e Jenny Santi, ha messo insieme queste due discipline grazie alla sezione letterario – fotografica “Il Giallo in una frase”, grande novità dell’edizione 2023-2024 appena lanciata.

Il contest è semplice: usando titoli di libri si deve comporre una frase di senso compiuto e poi fotografarla. Vanno bene immagini eseguite con qualsiasi dispositivo (macchine fotografiche, cellulari, iPad, ecc.) che abbiano come soggetto dei libri di cui almeno uno di genere giallo/noir/thriller/poliziesco. Nella composizione della frase si possono aggiungere articoli, preposizioni e preposizioni articolate. Saranno giudicate le frasi e non le fotografie.

Al primo classificato andrà un premio di 100 euro e le foto delle dieci frasi più belle saranno esposte in occasione della premiazione di tutte le categorie del concorso. Le immagini devono essere inviate entro termine a questo indirizzo email [email protected].

Il concorso, anche quest’anno patrocinato e sostenuto da prestigiosi enti e istituzioni pubbliche e culturali* e a partecipazione gratuita, ha visto la conferma tutte le macro sezioni: romanzi editi, racconti inediti di ambientazione lacustre, Gialli nel cassetto e Giallo Junior e il Premio alla Carriera. Con la sezione letterario –fotografica si punta a sollecitare un pubblico più ampio, di lettori ma non solo, abbinando al libro, la fotografia

Condividi sui social