Cinisello, denuncia per volantini con foto intime

Arrestato 50enne per piano perverso: materiale Pedopornografico e Adescamento Online

 Arrestato 50enne a Milano. Una sconcertante storia di detenzione di Materiale Pedopornografico e tentativi di Adescamento Online di Minori.

 

Milano, 23 agosto 2023 – Una drammatica storia di detenzione di materiale pedopornografico e adescamento online di minori è emersa nel corso di un’indagine condotta dalla procura di Milano.

Un uomo di 50 anni è stato arrestato con l’accusa di aver tentato per almeno cinque anni di realizzare un sinistro piano.

Piano Perverso Svelato

Il sospetto piano dell’uomo coinvolgeva la ricerca di minori da abusare in cambio di denaro da consegnare a ragazze madri o famiglie bisognose.

Le accuse che pesano su di lui includono detenzione e cessione di materiale pedopornografico.

Sono stati rinvenuti quasi 400 file contenenti foto e video di neonati o minori.

Inquietanti Conversazioni Scoperte

Un’indagine accurata ha rivelato conversazioni inquietanti che l’uomo aveva intrattenuto con amici. Una frase che spicca è:

“Ho talmente tanto materiale che ne ho quasi la nausea.. ora voglio bimbe vere!”

Questa affermazione è stata scoperta in un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal giudice per le indagini preliminari Roberto Crepaldi.

Adescamento Online di Minori

L’indagine, guidata dal procuratore Alessia Menegazzo, ha evidenziato i tentativi dell’uomo di adescare online giovanissime vittime e convincerle a soddisfare i suoi desideri perversi.

Approfittando della fiducia acquisita, avrebbe cercato di ottenere immagini esplicite o incontri sessuali.

Le vittime, una volta consapevoli delle sue reali intenzioni, smettevano di rispondere.

Proposte Incredibili

La gravità delle azioni dell’uomo emerge chiaramente dalle conversazioni intercettate.

In un’occasione, avrebbe proposto a una donna di compiere atti sessuali sulla sua figlia di 6 anni. In un’altra conversazione, avrebbe dichiarato:

“Ok, ho intuito che aveste bisogno…a me piacciono dai 14 ai 17 (anni), ma anche di 12.”

Conclusioni

L’arresto del 50enne ha svelato un orribile piano di adescamento online e detenzione di materiale pedopornografico.

Le indagini proseguiranno per scoprire ulteriori dettagli e portare giustizia alle vittime coinvolte.

L’incidente mette in luce l’importanza della protezione dei minori e l’urgente necessità di combattere questi reati orribili con decisione.

 

 

Condividi sui social