Tra gli alberi e il mare di Simone Alionte

“Tra gli alberi e il mare” di Simona Alionte

“Tra gli alberi e il mare” di Simona Alionte

Sala Mostre Pro Loco – Viale Italia, 3 – Sesto Calende

Dal 29 Maggio al 10 Giugno 2024 

Dal 29 maggio al 10 giugno, presso la Galleria Pro Sesto Calende in Viale Italia 3, si terrà la mostra personale “Tra gli alberi e il mare” di Simona Alionte.

Tra gli alberi e il mare
Tra gli alberi e il mare

Il vernissage è previsto per il 31 maggio alle ore 18:00.

Gli orari di apertura saranno dal lunedì al venerdì dalle 15:00 alle 19:00, il sabato e la domenica dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00. 

Per informazioni, contattare il numero 328 1787 707.

Simona Alionte nasce in Romania nel 1975. Dopo aver frequentato il liceo scientifico, si laurea in finanza e contabilità. La sua passione per l’arte inizia alle scuole elementari, grazie alla professoressa Aurelia Tudorache, che ne riconosce le capacità e la stimola a dipingere. In pochi anni vince numerosi premi nazionali e internazionali, in Francia e in India. La sua prima fase artistica è influenzata dallo stile impressionista, con una forte enfasi sulla combinazione dei colori. Tuttavia, i temi delle sue opere erano imposti dal regime comunista, periodo che ha avuto profonde ripercussioni sulla società, sulla politica e sull’arte.

Tra gli alberi e il mare di Simone Alionte
Tra gli alberi e il mare di Simone Alionte

Durante questo tumultuoso periodo, Alionte sperimenta la dualità tra essere uno strumento di propaganda dello Stato, con temi affrontati secondo il realismo socialista, e utilizzare l’arte come mezzo di protesta, allontanandosi dall’estetica ufficiale e adottando colori molto luminosi. Un altro modo di esprimere la realtà di quel tempo è attraverso il tema religioso, creando icone ortodosse su vetro.

Dopo una pausa di dieci anni, durante i quali lavora come economista a Bucarest, nel 2009 si trasferisce in Italia e cambia completamente stile, passando al modernismo astratto. Utilizza colori ad olio acrilici e applica la pittura con coltelli per palette su tela e vetro. Nonostante il trasferimento, continua a dipingere e a migliorare il suo stile, cercando di raccontare la sua visione del mondo e della natura attraverso i suoi quadri.

Nel 2020 si trasferisce in Svizzera, dove incontra la gallerista Joana Durig, che la convince a partecipare a mostre collettive a Glarus e nel 2023 ad esporre la sua collezione “Tree of Life”. Quest’anno, il suo lavoro è tematico, concentrato su due elementi che occupano un posto speciale nel suo cuore: gli alberi e il mare. Gli alberi rappresentano forza e resistenza, mentre l’acqua simboleggia il flusso costante della vita e la sua ciclicità. Attraverso la sua arte, Alionte invita gli spettatori a riflettere sulla bellezza e complessità del mondo che li circonda.

Tra gli alberi e il mare di Simone Alionte
Tra gli alberi e il mare di Simone Alionte

La tecnica utilizzata nella collezione “Tree of Life” è un mixed media che combina materiali compositi acrilici, applicati con coltelli per palette, spugna e pennelli. Nei quadri materici della serie “Onde”, utilizza una tecnica mista con pasta di stucco, sabbia e gesso acrilico, creando effetti a rilievo e incrementando la tridimensionalità dei colori acrilici.

Quest’anno ha deciso di omaggiare il periodo trascorso in Italia con la collezione “Tra gli alberi e il mare”. In un mondo consumato dalla fretta e dal rumore, l’arte di Simona Alionte ci invita a rallentare, respirare e apprezzare la bellezza semplice ma profonda che ci circonda. Attraverso il suo lavoro, l’artista ci ricorda l’importanza della consapevolezza, di essere presenti nel momento e di abbracciare la meraviglia della vita in tutte le sue forme. I dipinti nascono dalla sensibilità degli artisti, ma si nutrono delle emozioni del pubblico che li osserva.

 

Sesto Calende (Sèst in dialetto varesotto) è un comune italiano di 11 160 abitanti della provincia di Varese in Lombardia situato nella zona dell’Alto Milanese. Il borgo è posto al capo meridionale del Lago Maggiore, dove il Ticino riprende il suo cammino verso il Po.

Il 28 aprile 2011, con decreto presidenziale firmato da Giorgio Napolitano, a Sesto Calende è stato concesso il titolo di città.

Condividi sui social