Sparacia

Gianni Sparacia, da Castelvetrano a Gallarate, candidatura eccellente

Scegliamo la serietà, la motivazione e la voglia di fare concreta e dimostrata in passato, aggiunge GIUSEPPE CRISEO, Presidente di CASA DEGLI ITALIANI.

di Giuseppe Criseo

Non ci finirà mai di stupire Gianni, mi permetto di chiamarlo per nome, vista la decennale amicizia che ci lega, con stima reciproca: non è un personaggio di quelli che chiamano o scrivono per avere un supporto limitato e temporaneo “promo domo sua”*
Ci ha inviato la sua presentazione ( ma non servono “raccomandazioni”) “Non c’è altro ambito della vita, a parte la guerra, nel quale si possano evidenziare ed esprimere, allo stesso tempo la nobiltà e la meschinità di un essere umano come la politica e il suo esercizio.”
Il nostro è un appoggio come movimento CASA DEGLI ITALIANI, per individuare il meglio senza dubbi ed alcuna richiesta in cambio, sia chiaro: se avessimo altre mire staremmo a “cuccia” nell’attesa del nostro momento come altri nei partiti principali.
Scegliamo la serietà, la motivazione e la voglia di fare concreta e dimostrata in passato, aggiunge GIUSEPPE CRISEO, Presidente di CASA DEGLI ITALIANI.

Sparacia, su di lui pure un libro.”Le parole giuste. Storia di Gianni Sparacia da Castelvetrano, di Enrico Senesi (Autore) Quaderni Culturali, 2013.
https://youtu.be/wWTaVcdp0Kw

la sua lettera:

La mia Vita, la mia Politica
I motivi per un rinnovato impegno

“Non c’è altro ambito della vita, a parte la guerra, nel quale si possano evidenziare ed esprimere, allo stesso tempo la nobiltà e la meschinità di un essere umano come la politica e il suo esercizio.”
In qualche misura, forse anche inconsapevolmente, fin dagli anni giovanili, mi sono sempre occupato di politica se, come tale, si intende l’interesse e la disponibilità verso gli altri e la vita sociale.
Un errore, che tanti purtroppo fanno, è di considerare la politica come una condizione particolare, una realtà parallela, nella quale altri decidono, in modo quasi insindacabile, per i cittadini e il loro futuro. Ai quali delegare la nostra partecipazione, che a noi costerebbe fatica, quasi come a renderci, poi, moralmente irresponsabili delle scelte fatte e delle conseguenze di queste.


Penso invece, anche dopo tante esperienze fatte, che, più semplicemente, la politica siamo noi.
È la nostra consapevolezza della realtà e la nostra aspirazione a migliorarla, per tutti. È il nostro senso di responsabilità verso la società e il mondo che lasceremo ai nostri figli. È la nostra indignazione per gli abusi, le discriminazioni, le ingiustizie, la spettacolarizzazione del dolore e della disonestà. È il rispetto per i drammi, che restano purtroppo sempre privati. È il nostro rifiuto all’ indifferenza ma anche è la nostra innata contraddizione con il semplice buon senso.
Troppo spesso, proprio contando sulla sfiducia diffusa e sui bisogni di tanti, si sono usati, strumentalmente e impunemente, i cosiddetti meccanismi democratici, alla base della nostra Cultura del Diritto, per legittimare invece piccole oligarchie e interessi particolari che poco hanno a che fare con la politica, la sua credibilità, con le reali necessità di una società complessa o con il semplice rispetto umano. Purtroppo, anche le cronache di questi ultimi anni ne danno piena evidenza.


Per tutte queste ragioni, e forse per tante altre, e nonostante il passare dei miei anni, sono qui a rinnovare il mio impegno per una società più giusta. Perché solo chi si arrende invecchia. Spero ardentemente che questo i giovani lo capiscano.
Questa per me è la Politica. Il resto lo lascio alla Vostra Ragione.

                  Gianni Sparacia
Condividi sui social