Arabia Saudita

Arabia Saudita: ordinati ulteriori 105 aerei da Airbus

Nel più grande accordo aereo nella storia del Regno dell’Arabia Saudita

Un accordo da 19 miliardi di dollari è stato annunciato al Future Aviation Forum in Arabia Saudita da Ibrahim Al-Omar, direttore generale del gruppo, comprende i modelli A320neo e A321neo. Questi aerei saranno distribuiti tra Saudia e flyadeal, la compagnia aerea low cost del gruppo.

Saudia acquisirà 54 aeromobili A321neo, mentre flyadeal riceverà 12 A320neo e 39 A321neo. Il gruppo riceverà il primo aereo nel primo trimestre del 2026.

L’accordo è stato annunciato alla presenza del ministro dei trasporti e dei servizi logistici Saleh bin Nasser AI-Jasser, del direttore generale del gruppo Saudia Ibrahim Al-Omar e di Benoît de Saint-Exupéry, vicepresidente esecutivo delle vendite di Airbus.

Al-Omar ha dichiarato: “L’Arabia Saudita ha obiettivi operativi ambiziosi per soddisfare la crescente domanda. Stiamo aumentando i voli e la capacità dei posti nelle nostre oltre 100 destinazioni esistenti in quattro continenti, con piani di ulteriore espansione.

“I progressi di Saudi Vision 2030 attirano ogni anno più visite, turisti, imprenditori e pellegrini. Ciò ha motivato la nostra decisione di concludere questo importante accordo, che creerà posti di lavoro, aumenterà il contenuto locale e contribuirà all’economia nazionale”.

Al-Omar ha inoltre affermato che nei prossimi cinque anni verranno aggiunti alla flotta 88 nuovi aeromobili, aggiungendo: “Se ci riferiamo al rinnovamento della cabina degli ospiti, promettiamo a tutti una nuova esperienza nelle classi business e di ospitalità basata su privacy e l’innovazione di nuovi prodotti poiché questo progetto includerà nuovi aeromobili oltre alla flotta attuale”.

Ha continuato: “Abbiamo fissato una data specifica per il primo aereo dotato di nuovi posti alla fine del 2025”, ha aggiunto Al-Omar.

De Saint-Exupéry ha affermato che il nuovo velivolo svolgerà un “ruolo vitale” nel contribuire all’ambizioso piano Vision 2030 dell’Arabia Saudita.

Ha aggiunto: “Consentirà alla strategia di Saudia Group di far avanzare le capacità aeronautiche del Regno, consentendo allo stesso tempo ad entrambe le compagnie aeree di beneficiare dell’eccezionale efficienza della Famiglia A320neo, dell’economia superiore, del massimo livello di comfort per i passeggeri nonché di minori consumi di carburante ed emissioni”.

A partire dal quarto trimestre del 2024, Saudi Airlines inizierà a offrire servizi Internet veloci e di alta qualità sui suoi voli.

Inoltre, la compagnia aerea doterà i suoi aerei di schermi ad alta risoluzione abilitati Bluetooth e compatibili con la maggior parte dei dispositivi intelligenti. Questo aggiornamento sarà implementato sia sugli aerei nuovi che su quelli esistenti.

“Questo accordo è uno dei fattori abilitanti per raggiungere gli obiettivi della Strategia Nazionale dei Trasporti e della Logistica. Contribuirà a migliorare le prestazioni operative di Saudia, aumentando i voli e la capacità dei posti e lanciando nuove destinazioni”, ha affermato Al-Jasser.

Ha aggiunto: “Inoltre, mira a collegare il mondo al Regno in linea con la significativa trasformazione testimoniata dal settore dell’aviazione nell’ambito di Saudi Vision 2030, riaffermando al tempo stesso il nostro impegno a fornire i migliori servizi che migliorano l’esperienza di viaggio.”

Il nuovo velivolo supporta direttamente gli obiettivi del Gruppo Saudia di connettere il mondo con il Regno, allineandosi con diversi pilastri chiave di Saudi Vision 2030.

Questi includono l’obiettivo dei trasporti e della logistica di aumentare la capacità degli ospiti a 330 milioni ed espandere le destinazioni a 250 entro il 2030, e l’obiettivo del turismo di attirare 150 milioni di visite entro il 2030.

Ciò si aggiunge all’obiettivo dell’Hajj e dell’Umrah di contribuire all’aumento della capacità dei pellegrini dell’Umrah fino a 30 milioni entro il 2030.

Inoltre, gli aeromobili della famiglia A320 sono efficienti nei consumi poiché emettono il 20% in meno di consumo di carburante e di emissioni di carbonio rispetto agli aeromobili della generazione precedente.

L’incremento della flotta di Saudia si accompagna alla crescita della seconda compagnia di bandiera del Regno, Riyadh Air, che sostiene il fondo di investimento pubblico.

La compagnia aerea, annunciata dal principe ereditario Mohammed bin Salman nel marzo 2023, ha ordinato 39 jet Boeing 787-9 lo scorso anno, con opzioni per altri 33.

Riyadh Air effettuerà il suo primo volo nel 2025 e stabilirà rotte verso 100 paesi entro la fine del decennio.

Le ambizioni dell’Arabia Saudita per il settore dell’aviazione sono state delineate in una nuova tabella di marcia, che descrive in dettaglio come il Regno intende trasformarlo in un’industria da 2 miliardi di dollari.

Ciò include il focus sul segmento dei business jet, compresi gli aerei charter, privati e aziendali, e sosterrà lo sviluppo dell’Arabia Saudita come impresa globale di alto valore e destinazione turistica.

Condividi sui social