Yemen

Yemen: cosa sappiamo della calca di Sana’a

Uno dei più grandi incidenti dovuti alla calca al mondo

La calca avvenuta nello Yemen, durante la distribuzione di aiuti finanziari da parte dei commercianti ai residenti di Sana’a, ha provocato la morte di 85 persone e il ferimento di oltre 300 altre.

Un incidente dovuto alla fuga precipitosa durante la distribuzione di aiuti finanziari. Eppure sono poche le informazioni che conosciamo finora su uno dei più grandi incidenti avvenuti nel mondo negli ultimi dieci anni.

La calca è avvenuta all’interno della Maeen School. Era stata utilizzata da un gruppo di commercianti come centro per la distribuzione di aiuti finanziari ai poveri.

La scuola si trova a Bab al-Yaman. L’ingresso principale della Vecchia Sana’a dal lato meridionale. E’ l’unica porta rimasta nella sua interezza tra le altre sette porte che in passato erano gli ingressi alla città murata.

L’area di Bab Al-Yaman comprende la sede dell’Al-Ahly Sanaa Football Club.

Old Sana’a è uno dei quattro siti yemeniti inclusi nella lista del patrimonio mondiale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO). Le sue famose case in mattoni, moschee e bagni risalgono a prima del VI secolo.

Un funzionario della sicurezza dei ribelli Houthi ha detto ad AFP: “85 persone sono state uccise e più di 322 sono rimaste ferite, di cui 50 in condizioni critiche”.

Il funzionario, parlando a condizione di anonimato, ha indicato che tra i morti c’erano donne e bambini.

Un medico ha confermato questo bilancio, affermando che le vittime sono state distribuite tra tre ospedali.

Ufficialmente, il ministero della Salute del gruppo Houthi, non riconosciuto a livello internazionale, ha annunciato che il bilancio finale della calca precipitosa è stato di 78 morti e 77 feriti, di cui 13 gravi.

E ha indicato che 62 feriti lievi hanno lasciato l’ospedale dopo aver ricevuto le cure mediche necessarie.

Un membro del Consiglio politico supremo degli Houthi, Muhammad Ali al-Houthi, ha scritto su Twitter dell’accaduto. Ha spiegato che la fuga precipitosa è avvenuta a causa del sovraffollamento e della ristrettezza della strada in cui si è radunata la folla.

Le riprese video hanno mostrato centinaia di persone in un luogo stretto e affollato. Si riunivano per ottenere aiuti finanziari. Questo prima che iniziasse la fuga precipitosa.

Una registrazione pubblicata dalla TV Al-Masirah, affiliata agli Houthi in Yemen, ha mostrato decine di persone che si spintonavano. Ciò accadeva in uno spazio ristretto, mentre alcuni di loro gridavano: “Torna indietro, torna indietro”.

D’altra parte, alcuni testimoni oculari hanno affermato di aver sentito degli spari prima che iniziasse la fuga precipitosa.

La tragedia è avvenuta poco prima di Eid al-Fitr, in un periodo in cui spesso vengono distribuiti aiuti finanziari ai poveri.

Un funzionario della sicurezza a Sana’a, in Yemen, ha detto all’AFP che la somma di denaro distribuita era di cinquemila riyal yemeniti. Equivalenti a otto dollari, secondo il tasso di cambio non ufficiale.

Più di due terzi dei 30 milioni di abitanti dello Yemen vivono al di sotto della soglia di povertà, secondo le stime delle Nazioni Unite, e dipendono dagli aiuti umanitari come risorsa principale.

Un funzionario della sicurezza a Sana’a ha affermato che le autorità hanno arrestato tre commercianti in relazione all’incidente.

Condividi sui social