Yemen

Yemen: ONU sposti missione Hodeida lontano da Houthi

Bin Mubarak ha sottolineato la necessità che la missione svolga i suoi compiti fondamentali in conformità con le risoluzioni internazionali e obblighi le milizie ad adempiere ai loro obblighi in conformità con l’Accordo di Stoccolma

Il governo legittimo dello Yemen ha rinnovato la richiesta alle Nazioni Unite. Spostare il quartier generale della missione di sostegno all’Accordo di Hodeidah (UNMHA) in una zona neutrale. Di non lasciarlo quindi ostaggio delle pressioni e dei ricatti delle milizie Houthi.

Il ministro degli Esteri yemenita Ahmed bin Mubarak, ha avuto un incontro nella capitale provvisoria Aden, con il capo della missione delle Nazioni Unite a sostegno dell’accordo di Hodeidah “UNMHA”. Era presente anche il capo del comitato di coordinamento del reimpiego, generale Michael Beary, delle Nazioni Unite. A loro ha chiesto di spostare il quartier generale della sua missione nelle zone liberate, o in una zona neutrale. Di non lasciarla, ostaggio delle pressioni estorsive delle milizie Houthi.

Bin Mubarak ha sottolineato la necessità che la missione svolga i suoi compiti fondamentali. In conformità con le risoluzioni internazionali e obblighi le milizie ad adempiere ai loro obblighi in conformità con l’Accordo di Stoccolma. Ha espresso la disponibilità del governo a superare tutte le difficoltà che si trova ad affrontare.

L’incontro ha discusso le attività della Missione delle Nazioni Unite a sostegno dell’Accordo di Hodeidah. Si è parlato delle questioni relative ai suoi compiti, secondo l’agenzia di stampa ufficiale dello Yemen.

L’incontro ha inoltre discusso delle ripetute violazioni degli Houthi nella provincia di Hodeidah. Dei suoi rinforzi militari verso la provincia, nonché del ripetuto annuncio di test missilistici nel Mar Rosso dai porti di Hodeidah, Salif e Ras Issa. Si è parlato anche del crescente numero delle vittime delle mine piantate nelle fattorie e nei quartieri residenziali.

Da parte sua, il funzionario dell’ONU ha espresso il suo apprezzamento per la cooperazione del governo. Ha sottolineato la volontà della missione di accogliere positivamente tutte le osservazioni del governo.

Condividi sui social