Yemen

Yemen: presidenza, mondo consideri Houthi gruppo terrorista

Il consiglio presidenziale dello Yemen lancia un appello al mondo affinché etichetti i terroristi Houthi e sollecita maggiori pressioni sulle milizie affinché si conformino agli obblighi di pace in linea con gli standard globali

Il Presidential Leadership Council dello Yemen, riconosciuto a livello internazionale, ha chiesto al mondo di seguire l’esempio degli Stati Uniti nell’etichettare gli Houthi sostenuti dall’Iran come terroristi. Per imporre sanzioni più severe alle milizie per aver messo a repentaglio il commercio marittimo internazionale e aver perpetrato crimini nello Yemen.

In un incontro a Riad, il consiglio ha elogiato la decisione di Washington di designare gli Houthi come terroristi internazionali, ha incoraggiato il resto del mondo a seguire l’esempio e ha elogiato la risposta congiunta della comunità internazionale alle incursioni degli Houthi nel Mar Rosso.

Il consiglio ha affermato in una dichiarazione di “accogliere con favore la decisione di designare le milizie Houthi come organizzazione terroristica globale e attende con impazienza ulteriori sanzioni contro le milizie canaglia”.

Ha ribadito la richiesta alla comunità internazionale di rafforzare le capacità militari della guardia costiera dello Yemen e di offrire protezione dagli Houthi e da altri gruppi terroristici, secondo la dichiarazione riportata dall’agenzia di stampa ufficiale.

Il consiglio ha avvertito che gli attacchi Houthi nel Mar Rosso porterebbero alla militarizzazione della rotta marittima cruciale, all’aumento dei prezzi delle spedizioni e delle assicurazioni e all’impedimento del flusso di forniture critiche alla nazione.

Il ministro dell’Informazione dello Yemen, Muammar Al-Eryani, ha affermato che dall’inizio della presa del potere militare da parte dei ribelli, il governo ha spinto affinché le milizie fossero etichettate come terroristi. Questo sia a livello interno che globale, a causa delle loro violazioni dei diritti umani, nonché di azioni che minare la sicurezza regionale e internazionale.

Il ministro ha ribadito il suo appello al mondo affinché gli Houthi siano dichiarati terroristi.

“Esortiamo gli alleati internazionali e le nazioni di tutto il mondo a seguire l’esempio del governo degli Stati Uniti e ad impegnarsi in una risposta concertata per combattere le operazioni della milizia.

“Li esortiamo inoltre a esercitare ulteriori pressioni affinché abbandonino le loro tattiche terroristiche e si conformino agli obblighi di pace in linea con gli standard locali, regionali e internazionali”, ha detto Al-Eryani su X.

Il Consiglio di difesa nazionale del paese, presieduto da Rashad Al-Alimi, ha designato gli Houthi come gruppo terroristico nell’ottobre 2022, poco dopo che la milizia aveva lanciato attacchi missilistici e droni contro i terminali petroliferi nelle province meridionali di Hadramout e Shabwa, portando le esportazioni di petrolio del paese a una battuta d’arresto.

Nelle ultime settimane, gli Houthi hanno preso di mira navi commerciali e navali nel Mar Rosso con droni e missili balistici. A novembre il gruppo ha anche sequestrato una nave commerciale.

Gli Houthi affermano di volere che Israele smetta di bombardare Gaza e allevi il blocco sull’enclave.

Per fare pressione sugli Houthi affinché pongano fine ai loro attacchi, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno lanciato dozzine di attacchi contro obiettivi militari nelle aree dello Yemen controllate dalle milizie.

Sabato, il comando centrale degli Stati Uniti ha dichiarato che le forze statunitensi hanno distrutto un missile antinave Houthi prima che fosse lanciato nel Golfo di Aden.

Condividi sui social