I soldi regalati.

Marlene Engelhorn dona 25 milioni

Marlene Engelhorn: Una Ereditiera con Intenti Benefici

Marlene Engelhorn, erede della fortuna legata al fondatore della Basf, Friedrich Engelhorn, si trova ad affrontare una responsabilità inaspettata.

A soli 31 anni, la giovane austro-tedesca è pronta a donare 25 milioni di euro e chiede consiglio ai cittadini austriaci su come farlo.

La sua decisione di condividere la ricchezza ereditata, ottenuta alla morte della nonna nel settembre 2022, è motivata dal desiderio di impatto positivo.

“Non ho fatto nulla per avere i soldi. Lo stato nemmeno li tassa”, afferma Marlene, rivelando la sua intenzione di utilizzare la fortuna ereditata in modo significativo.

La domanda cruciale ora è: a chi o a cosa destinare questa considerevole somma?

Marlene vuole coinvolgere direttamente la comunità, chiedendo a 50 cittadini austriaci di offrire suggerimenti. È un atto di trasparenza e partecipazione, un modo per rendere la decisione una scelta collettiva.

Questa iniziativa non solo evidenzia l’approccio unico di Marlene nei confronti della ricchezza, ma pone anche una domanda più ampia sulla responsabilità sociale degli eredi.

In un mondo dove l’accumulo di ricchezza spesso genera interrogativi sulla giustizia sociale, Marlene Engelhorn cerca una via diversa.

Con la sua iniziativa di coinvolgere la comunità, Marlene sta dando un esempio di come la ricchezza possa essere utilizzata in modo responsabile.

Il suo desiderio di donare senza aver costruito la fortuna è un richiamo alla consapevolezza della propria posizione privilegiata.

In un’epoca in cui le questioni legate alla disuguaglianza economica sono sempre più al centro dell’attenzione, Marlene Engelhorn si distingue per la sua volontà di condividere e coinvolgere.

La sua storia potrebbe ispirare altri eredi ad abbracciare un approccio simile, contribuendo a plasmare una visione più equa della distribuzione della ricchezza.

Condividi sui social