Generale di Corpo d’Armata Teo LUZI, visita il Comando Unità Forestali

il Comandande Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Teo Luzi, in occasione del saluto per il suo illustre  insediamento, ha visitato la sede del Comando Unità forestali, ambientali e agroalimentari.

Generale di Corpo d’Armata Teo LUZI, visita il Comando Unità Forestali
Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Teo Luzi
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Oggi 1 Febbraio 2021 Roma- il Comandande Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Teo Luzi, in occasione del saluto per il suo illustre  insediamento, ha visitato la sede del Comando Unità forestali, ambientali e agroalimentari.
Al suo arrivo nella storica sede dell’Ispettorato Generale del disciolto Corpo forestale dello Stato, il Generale Luzi è stato ricevuto dal Generale di Corpo d’Armata Ciro D’Angelo Comandante della Grande Unità.

Il Generale Luzi ha incontrato in un primo momento  una  rappresentanza di tutti i Carabinieri operanti alle dipendenze del Comando Unità forestali, ambientali e agroalimentari e i delegati della rappresentanza militare del CO.I.R. (Consiglio Intermedio di Rappresentanza) e del Co. Ba.R. (Consiglio di Base di Rappresentanza).

L'evento in questione è stato tenuto nelle rispetto delle norme di prevenzione anticovid-19. Per assicurare a tutti i colleghi dell'arma la loro'' presenza'' è stato  stato assicurato un collegamento da remoto nelle diverse sedi dei reparti dipendenti dalla Grande Unità.
Il Comandante Generale, dopo il saluto, ha voluto sottolineare “la spiccata professionalità dei Carabinieri Forestali, oggi parte integrante dell’Arma, sempre più protagonisti della biosicurezza e in prospettiva strumento di ineguagliabile affidabilità a disposizione delle Autorità di governo per iniziative di diplomazia ambientale in un settore per sua natura globale”.

Il Generale Luzi ha sottolineato la grande importanza  dell' unificazione tra il Corpo forestale dello Stato e l’Arma dei Carabinieri è un valore aggiunto che ha dato forza a uno degli obiettivi strategici della nazione: la salvaguardia del patrimonio agro-forestale e ambientale. L’unificazione “ha creato un nuovo modello di polizianall’avanguardia che non ha soltanto competenze repressive, ma soprattutto preventive”. Infine ha ringraziato per i grandi risultati ottenuti ma anche ha posto l'accento sul lavoro di squadra in cui le diverse sinergie sta dando ottimi risultati.

Ha ribadito che l’obiettivo istituzionale dei militari deve essere rivolto al conseguimento
dell’affidabilità del loro operato, svolto con onestà e responsabilità, proprio perché l’Arma è prima di tutto un punto di riferimento per la gente anche e soprattutto nelle realtà più lontane e disparate.