Governo guerra alle banconote aumenta le tasse sui prelievi bancomat

Guerra al contante, il Governo continua le sue manovre a discapito dei cittadini.

Governo guerra alle banconote aumenta le tasse sui prelievi bancomat
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Governo guerra alle banconote, aumenta le tasse sui prelievi bancomat

4 Maggio, ecco l'ultima trovata del Governo, per scoraggiare i prelievi di denaro contante effettuati dal bancomat, applicherà tariffe più alte, ci teniamo ad evidenziare che è già in atto un aumento per i costi dei conti correnti del 48%.

La maggiorazione sui prelievi, verrà applicata per tutti gli utenti che preleveranno da sportelli bancomat non apparteneti al proprio Istituto di credito. 

Questo è solo l'inizio, di altre manovre volte ad agevolare le banche, a discapito dei correntisti.

Massimo Gionso, consigliere Delegato di CFO SIM, durante un intervista rilaciata a Libero, fa una premessa in merito, che chiarisce la situazione che si prospetta, in sostanza il consigliere delgato afferma che il sistema bancario attuale, non è più remunerativo, pertanto al fine di poter resistere alla concorrenza della banche pressochè virtuali, gli istituti di credito stanno mettendo in atto nuove strategie, per fronteggiare l'inversione del mercato, dovuta alla pandemia Covi-19, che ha spinto i risparmiatori a lasciare liquidità su depositi e conti bancari, fattore che non è piaciuto affatto alle banche, in quanto i soldi fermi risultano essere un peso.

Citiamo per esempio la banca Fineco, che sta cercando di liberarsi degli utenti con più di 100 mila euro depositati e fermi sui conti corrente, oppure Unicredit ed Mps che stanno introducendo, solo per le imprese, penali per i deposiiti di contanti sopra le soglie stabilite, dagli stessi istituti.

Attualmente Bancomat Spa, società che gestisce gli sportelli bancomat in Italia, ha presentato un nuovo progetto che si discosta moltissimo da quello attuale.

Mentre attualmente i prelievo poteva avvenire presso bancomat dislocati in banche diverse dal proprio istituto, che prevedeva una commissione sul prelievo non superiore allo 0,50%, a favore dell'istituto proprietaro del bancomat, ora invece hanno proposto che la tariffa aggiuntiva da pagare, venga stabilita autonomamente dall'istituto di credito presso cui il rispamiatore ha registrato il conto bancario.

L’Antitrust a Dicembre 2020, ha aperto un istruttoria su questo progetto, grazie alla segnalazione da parte di Altroconsumo, che ha denunciato questo nuovo sistema che penalizzerà le piccole banche ed anche quelle on line, oltre che danneggiare il proprietario del conto, con un incremento di costi, ed una totale mancanza di trasparenza.

.