Intervista a Mago Letterius: la mia esperienza con un amore Borderline

Mago Letterius ci parlerà della sua esperienza affettiva con una persona Borderline.

Intervista a  Mago Letterius: la mia esperienza con  un amore Borderline
chesini garden
chesini garden
chesini garden

In questo articolo parleremo del'esperienza vissuta del famoso Mago Letterius.

Io: Buongiorno Mago Letterius. MI ha accennato la sua esperienza amorosa con una donna Borderline.
Mago Letterius: Buongiorno a lei. Si ho avuto una breve e intensa parentesi amorosa con una donna Borderline.
Io: mi vuole spiegare cosa è successo? 
Mago Letterius: è arrivata nella mia vita una donna. Sembrava un uragano. Faceva mille pazzie per me. Pian Piano mi sono affezionato. Mi sentivo amato.
Io: Dopo cosa è successo?
Mago Letterius: Dopo aver fatto viaggi e gite fuori porta mi accorgevo di alcuni atteggiamenti. Aveva sbalzi d’umore. Alla guida diventava nevrotica.  Mi faceva delle sorprese improvvise come se avesse paura di perdermi. MI chiamava, mandava messaggi. Poi dall’amore passava all’odio. Dal Buono diventavo cattivo. Dalla sua estrema dipendenza d’amore si trasformava in rabbia e repulsione.
Io: Lei cosa ha fatto?
Mago Letterius: ho cercato di mantenere il mio controllo. Io sono  un uomo che per fortuna ho conosciuto tante persone. Vivo in mezzo alla gente e con la gente. Ho cercato di non farmi prendere del tutto dalla rabbia dinanzi a questo atteggiamento. Capivo anche se non sono un esperto in materia che mi trovato una persona con un disturbo Borderline. Ho letto vari libri i merito questa materia. Ovvio mi dispiace per lei. Io da questa storia ne sono uscito distrutto. Mai mi è capitata una cosa del genere.
Io: Adesso sta cercando di superare questa delusione e rabbia?
Mago Letterius: si sto cercando di uscire da questa vicenda che mi ha sconvolto. Adesso sto lavorando molto su me stesso perchè dopo un ‘esperienza simile non posso dire che sono’’ guarito’’.
Io: le auguro di guarire presto e di rivederci presto.
Mago Letterius: La ringrazio e un abbraccio a tutti. La mia intervista è anche un annuncio a non abbandonare chi è malato ma a cercare di aiutarlo.