Baveno. Riqualificazione della Casa per l’Anziano Chiara Mattazzi a Baveno: Nuovi Spazi per l'Invecchiamento Attivo A partire da febbraio, prenderanno il via i lavori di riqualificazione della Casa per l’Anziano Chiara Mattazzi

Baveno, casa per l’anziano

Baveno. Riqualificazione della Casa per l’Anziano Chiara Mattazzi a Baveno: Nuovi Spazi per l’Invecchiamento Attivo

A partire da febbraio, prenderanno il via i lavori di riqualificazione della Casa per l’Anziano Chiara Mattazzi a Baveno. Il sindaco Alessandro Monti annuncia l’approvazione imminente del progetto esecutivo in Giunta.

Questa iniziativa prevede la trasformazione della struttura in senior housing, una soluzione abitativa innovativa che supporterà le persone anziane e vulnerabili con 12 appartamenti di piccole dimensioni.

Il progetto, finanziato in parte dai fondi europei del PNRR e in parte dal bilancio comunale, avrà un costo complessivo di 2,5 milioni di euro.

Il via ai lavori è programmato per fine febbraio, con una durata stimata di circa 14 mesi.

L’assessore ai servizi sociali, Maria Rosa Gnocchi, ricorda che il progetto è stato sviluppato in collaborazione con il Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano. La nuova struttura, concepita senza barriere architettoniche, risponderà in modo efficace all’invecchiamento attivo.

La ristrutturazione coinvolgerà l’intero edificio, includendo locali al piano interrato per magazzino, spogliatoi, lavanderia, e al piano terra un’accogliente area comune con salotto, sala bar/pranzo, cucina, palestra, sale polifunzionali e ambulatorio con sala di attesa.

I piani superiori ospiteranno i 12 appartamenti, dotati di zona a giorno, camera da letto doppia o singola e bagno.

La struttura, che festeggia i suoi 45 anni di attività, mira a diventare uno spazio dinamico con progetti, attività e relazioni sociali interne. Inoltre, sarà aperta alla comunità, offrendo servizi come la palestra a tutti gli anziani del territorio. L’obiettivo è favorire l’autonomia, specialmente per coloro che sono più fragili e vulnerabili.

Il progetto prevede anche un potenziamento dei servizi domiciliari a cura del Consorzio dei Servizi Sociali e un’assistenza collegata a una centrale di teleassistenza. Questa iniziativa ambiziosa promette di essere un passo significativo verso un supporto più completo e inclusivo per gli anziani di Baveno e delle zone circostanti.

Condividi sui social