rifugio alpino sul monte cristallo

Rifugio alpino della prima guerra mondiale. #lastoriaelamemoria

E’ un rifugio alpino della prima guerra mondiale costruito sul costone roccioso del Monte Cristallo nelle Dolomiti Bellunesi a 2.760 metri di altezza.

Eun rifugio alpino della prima guerra mondiale costruito sul costone roccioso del Monte Cristallo nelle Dolomiti Bellunesi a 2.760 metri di altezza.

All’epoca i rifugi erano collegati dalle famose “vie ferrate”, realizzate unendo tratti di sentiero con passerelle in legno e addirittura ponti sospesi.

Davanti al vecchio rifugio ci sono ancora i fori delle travi che probabilmente testimoniano di una mensola che era posta davanti il rifugio.

Monte Cristallo è collocato a nordest di Cortina d’Ampezzo e a ovest di Misurina.

L’alpinista viennese Paul Grohmann, accompagnato dalle guide alpine ampezzane Santo Siorpaes e Angelo Dimai sono stati i primi a conquistarne la cima.

Il Rifugio alpino della prima guerra mondiale arroccato a 2.760 appartiene alla storia, ma nel corso degli anni si sono aggiunti altri sei edifici tra rifugi e ristoranti.

  • Son Forca a 2.235 m;
  • rifugio Guido Lorenzi a 2.932 m (chiuso dal 25 luglio 2016);
  • Rio Gere ristorante a 1.680 m;
  • Lago Scin ristorante a 1.336 m;
  • Staulin ristorante a 1.370 m; Son Zuogo ristorante a 1.800 m.

Le strutture sono normalmente aperte sia durante la stagione estiva che in quella invernale.

Sulle parti rocciose del gruppo del Cristallo sono state realizzate anche tre vie ferrate:

La via ferrata Ivano Dibona e la via via ferrata Marino Bianchi partono dalla forcella Staunies vicino al rifugio Lorenzi (la prima è utilizzata per scendere a Ospitale, mentre con la seconda si può salire fino alla vetta Cristallo di Mezzo)

Mentre la terza via ferrata Renè de Pol permette la salita da Ospitale fino al rifugio Lorenzi.

Il Cristallo è collocato a nordest di Cortina d’Ampezzo e a ovest di Misurina ed è il più alto, più maestoso delle Dolomiti ampezzane.

Il gruppo del Cristallo è tra le località preferite da alpinisti e amanti della montagna, ed è la cima ideale per godere della natura e di un imperdibile panorama

Condividi sui social