L’ultimo post  Facebook della Lista Uniti e Liberi è , purtroppo, agghiacciante

il Comune di Ferno è l’unico che si sta attivamente adoperando per poter inserire nel proprio organico il personale dell’Unione, che grazie alla decisione di Lonate resterebbe senza lavoro.

L’ultimo post  Facebook della Lista Uniti e Liberi è , purtroppo, agghiacciante
ferno
chesini garden
chesini garden
chesini garden

ALLA FACCIA DEGLI ONESTI!

riceviamo e pubblichiamo

La Lega non ha a cuore solo i post personali di Verderio ma prima di commentare aspettiamo sempre le azioni di questa ridicola maggioranza. L’ultimo post  Facebook della Lista Uniti e Liberi è , purtroppo, agghiacciante e imbarazzante. Sottolineano fieri di non dipendere da partiti politici ma forse gli enormi errori che stanno commettendo dipendono proprio da questa mancata appartenenza. Come era ovvio il Comune di Ferno non ha votato a favore del recesso unilaterale dall’Unione e non vediamo cosa ci sia di così sbagliato e scandaloso; anzi ci sembra una scelta politica e tecnica coerente.

Leggiamo che è stata messa in dubbio la professionalità della Segretaria Comunale Ferrero… non neghiamo che la mancanza di professionalità della Dottoressa l’ abbiamo notata anche noi in merito alla questione buste paga Sap. Infatti sembrerebbe che la consigliera Angelino non abbia ancora ricevuto una risposta scritta dalla suddetta. Ricordiamo che la Segretaria Comunale è la responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza. Durante l’Assemblea dell’Unione, Ferno ha insinuato che l’atto proposto dalla Segretaria non fosse legittimo. Anche in questo caso non possiamo che dare ragione al Sindaco Gesualdi. All’art 22 comma 6 dello Statuto dell’Unione si dice: ‘ Le operazioni previste dal presente articolo competono ad un commissario liquidatore nominato dal collegio arbitrale previsto dal successivo articolo 23.’ 

L’art 23 dice: ‘ Le eventuali controversie, che dovessero insorgere tra gli enti associati, saranno decise da un collegio di tre arbitri nominati dalla Giunta dell’Unione scelti fra esperti in discipline giuridiche amministrative ed appartenenti agli ordini professionali degli avvocati, notai, segretari comunali e provinciali aventi qualifica dirigenziale ovvero docenti universitari.’ Quindi, il liquidatore non può essere nominato direttamente dalla Giunta dell’Unione a maggioranza lonatese, come volevano far passare la Sindaca Rosa e la Segretaria Ferrero. 

La maggioranza di Uniti e Liberi vuole anche far credere di voler tutelare il personale dell’Unione ma se fosse stato davvero così non avrebbe preso l’ormai nota folle decisione dello scioglimento. A onor di cronaca, il Comune di Ferno è l’unico che si sta attivamente adoperando per poter inserire nel proprio organico il personale dell’Unione, che grazie alla decisione di Lonate resterebbe senza lavoro.

Uniti e Liberi accusa Ferno di nascondere la testa sotto la sabbia e di non voler tutelare i dipendenti ma noi non finiremo mai di accusarli di aver recato un danno economico rilevante a Lonate e ai Lonatesi!

Alla faccia dello slogan ‘Gli onesti sono di più’!!!