Malnate, Daniela Gulino paladina degli anziani, informatizzazione per tutti?

informatizzazione per tutti, ma gli anziani chi li tutela?

Malnate, Daniela Gulino paladina degli anziani,  informatizzazione per tutti?
Daniela Gulino ( Lega Malnate)
chesini garden
chesini garden
chesini garden

La maggior parte della popolazione che vota è anziana, dice la Gulino.

Il tema dell'informazione e dei servizi alla portata di tutti non è poca cosa,  visto il futuro sempre piu' destinato allo sviluppo delle app, e dei servizi online.

I servizi sono online sono fondamentali, è indiscutibile, ma ci sono aspetti positivi che non possono essere colti da tutti se non supportati adeguatamente.

Il rischio che buona parte della popolazione rischi di essere tagliata fuori dai servizi comunali e non solo, viene stigmatizzato ed evidenziato da Daniela Gulino della Lega.

Da qui l’idea di proporre una mozione con due punti precisi:

1) approntare corsi di breve durata di 10/12 ore organizzati dall’Amministrazione in materia di alfabetizzazione digitale per fornire i mezzi necessari e fondamentali per poter dialogare con le P.A. nel modo odierno.

2) predisporre uno sportello per l’aiuto individuale nell’effettivo uso dei servizi digitali di base per i soggetti più fragili e/o non più in grado di apprendere.

Nella mozione si evidenzia che:” non tutti hanno nipoti o figli, che hanno disponibilità di tempo o che, possono aiutare i meno giovani nell’utilizzo della tecnologia per servizi come: rinnovare carta d’identità, creare e operare con un indirizzo di posta elettronica o certificata, creare e operare con SPID, prenotare una visita medica, richiedere una ricetta al medico di base e dialogare con le P.A. e i servizi indipendenti come INPS, Poste, etc…”

Entrando nel dibattito locale, Gulino chiede che ci siano atti concreti a Malnate:

“un supporto concreto affinchè una parte importante della popolazione non rimanga isolata ed esclusa dai servizi online, istituendo, organizzando e promuovendo dei corsi di insegnamento di base sulle nuove tecnologie e la predisposizione di uno sportello di aiuto digitale. Augurandoci che tutto ciò trovi l’unanimità del Consiglio Comunale, per dare la possibilità di partecipare in modo attivo ad una società sempre più digitalizzata aumentando la capacità di utilizzo dei nuovi media da parte di una fetta importante della popolazione”