Malpensa, ex sindacalista arrestato nel 2016, ridimensionate le accuse

ridimensionate le accuse dopo l'intervento del suo avvocato Ignazio La Russa

Malpensa, ex sindacalista arrestato nel 2016, ridimensionate le accuse
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Malpensa, ex sindacalista arrestato nel 2016, condannato 

C.L. ex sindacalista in aeroporto a Malpensa, era spesso al Cral e visto il suo impegno sindacale,  aveva cercato pure ma invano, la via della politica con una candidatura a Gallarate.
Tipo particolare disinvolto e loquace, si dava da fare in tutti i modi per risolvere problemi di  varia natura, ha patteggiato due anni per tentata estorsione e millantato credito.


Si presentava millantando conoscenze ad alto livello:
«Sono un agente segreto, ho legami con generali della Finanza, ti trovo io la soluzione», fingeva di
lavorare per i Servizi Segreti e diceva di avere conoscenze nella Guardia di Finanza, tutto per intimorire
anche fuori dall'aeroporto liberi professionisti, imprenditori e commercianti come risluterebbe dalle indagini 
dei Carabinieri di Novara.

Diceva di poter intervenire e risolvere problemi di ogni genere per esempio nei confronti dell'Agenzia delle Entrate.

"Ridimensionate le accuse, non c'è piu' estorsione, solo tentata, il millantato credito è un reato minore.
Sospensione condizionale in quanto il giudice ha ritenuto che il signore non ripeterà tali atteggiamenti, e nel  frattempo ha tenuto  una condotta irreprensibile, afferma Ignazio La Russa, suo avvocato