Malpensa, usava abusivamente il cartellino della zia deceduta

ennesimo colpo a un abusivo da parte della Polizia Locale di Ferno.

Malpensa, usava abusivamente il cartellino della zia deceduta
Polizia Locale di Ferno
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Malpensa: ieri durante uno dei soliti controlli di routine da parte della Polizia Locale di Ferno, che ha titolarità di controllo sul Terminal 1, "una pattuglia della Polizia Locale dell’Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno, notava la presenza di un veicolo in sosta nel parcheggio riservato ai disabili con esposto il relativo contrassegno per la sosta di persone disabili parzialmente visibile dall’esterno non permettendo, pertanto la verifica della regolarità del contrassegno stesso. "

La parziale possibilità di vedere correttamente e nella sua interezza, i dati riportati sul cartellino disabili, ha attirato l'attenzione dei Vigili.

Ne è scaturità un'indagine sul posto, e  procedendo nella verifica del veicolo, utilizzando gli archivi nazionali S.D.I. (Sistema Informatico Interforze) e Si.Ve.S. (Sistema Informatico Veicoli Sequestrati), il signor B.F. nato nel 1965 e residente nel milanese, risultava essere il nipote della deceduta nel giugno del 2019 e proprietaria del veicolo.

Sono state "contestate le violazioni per la circolazione senza la prescritta copertura assicurativa obbligatoria con l’applicazione del conseguente sequestro amministrativo, per violazione all’art.94 comma 4 bis del CDS per non aver provveduto all’annotazione presso la Motorizzazione dei dati dell’utilizzatore del veicolo, la violazione per la circolazione senza avere con se i documenti del veicolo e di quelli di guida nonché la violazione dell’articolo 188 del codice della strada per aver utilizzato il contrassegno disabili per la sosta rilasciato a suo tempo alla zia deceduta da quasi due anni. 

Le relative sanzioni elevate ammontano complessivamente a oltre mille euro."