Milano, De Corato: occupazione liceo Manzoni autorizzato

“Nel loro DNA, e probabilmente anche in quello dei loro genitori, cattivi maestri, occupare una scuola al grido “10,100, 1000 occupazioni contro la scuola dei padroni” è qualcosa di giusto e normale.

Milano, De Corato: occupazione liceo Manzoni autorizzato
De Corato
chesini garden
chesini garden
chesini garden

MILANO, LICEO MANZONI, DE CORATO: “GRAVE AUTORIZZAZIONE DIGOS A OCCUPAZIONE NOTTURNA SCUOLA, SOSTENUTA DA COMITATO GENITORI. CHI HA CONTROLLATO RISPETTO MISURE ANTI-CONTAGIO?”

 

Milano (13 gennaio 2021)- “In tempo di Covid, mancavano giusto le occupazioni notturne delle scuole da parte degli studenti, come avvenuto tra ieri e oggi al liceo Manzoni di Milano con tanto di autorizzazione da parte della Digos. A questo, come se già non bastasse, si aggiungono i genitori partigiani che vanno a riprendere i propri figli incitando ad occupare altri istituti scolastici. Siamo all’assurdo!”

Commenta così il consigliere comunale di Milano di Fratelli d’Italia, Riccardo De Corato, già vice Sindaco della città e Assessore regionale, la fine odierna dell’occupazione del liceo Manzoni di Milano iniziata ieri da parte di alcuni studenti.

“Nel loro DNA, e probabilmente anche in quello dei loro genitori, cattivi maestri, occupare una scuola al grido “10,100, 1000 occupazioni contro la scuola dei padroni” è qualcosa di giusto e normale.

Tutti, in questa pandemia, stanno facendo sacrifici: la DAD non è una scelta politica, ma una scelta dettata da evidenze scientifiche. Dire di non essere negazionisti per poi infischiarsene di quello che dice la scienza è ridicolo.
Ciò che stupisce è che il comitato genitori, composto probabilmente da mamme e papà tutti residenti in centro città, dica: “siamo consapevoli che l'emergenza sanitaria tutt'ora non permetta abbassamenti della guardia", ma "condividiamo e facciamo nostro lo scoramento dei ragazzi, ai quali sono state fatte promesse mai mantenute". La ‘depressione’ dei giovani porta ad occupare le scuole, mentre le migliaia di commercianti e ristoratori, sui quali grava il peso dei mancati introiti, continuano a rispettare le regole al contrario dei ragazzi del collettivo politico del Manzoni. Chi ha controllato che nel corso della notte all’interno della scuola siano state rispettate tutte le misure anti-contagio dagli occupanti? È pazzesco- conclude De Corato- che da una parte Prefettura e Questura controllino le feste nelle case dei privati, mentre dall’altra lascino carta bianca ai collettivi studenteschi”.