Napoli, la rissa provoca disagio ai commercianti che denunciano

Sono due le lettere firmate dai presidenti di Confesercenti Napoli, Vincenzo Schiavo, e Fiepet Napoli, Antonio Viola e del vicepresidente Fiepet Roberto Biscardi, è stato chiesto un incontro urgente sia al prefetto, Marco Valentini, che al questore Alessandro Giuliano.

Napoli, la rissa provoca disagio ai commercianti che denunciano
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Il commercio langue e oltre a lamentarsi i commercianti in piu' casi, sopratutto i ristoratori, hanno indetto sit-in di protesta per ristori e riaperture parziali, leggi che cambiano, norme non adatte al prosieguo della loro attività.

L'episodio di eri a Napoli, in via Partenope, con una coltellata tra i ragazzi, e l'assalto pure al mezzo del 118 arrivato a soccorrere il ferito, ha provocato veementi risposte dei commercianti, che vedono le loro attività già messe a rischio dalla crisi, ora pure col danno d'immagine.

Il danno è duplice per chi lavora: immagine negativa e possibili rischi per i frequentatori del lungo mare, che potrebbero essere spaventati da questi episodi ed evitare la zona.

Confesercenti e Fiepet Napoli condannano l'episodio e lamentano "le gravi ripercussioni sulle attività commerciali della zona". Con due lettere firmate dai presidenti di Confesercenti Napoli, Vincenzo Schiavo, e Fiepet Napoli, Antonio Viola e del vicepresidente Fiepet Roberto Biscardi, è stato chiesto un incontro urgente sia al prefetto, Marco Valentini, che al questore Alessandro Giuliano.

"Segnaliamo che una banda di ragazzini ha scatenato una rissa e ha aggredito un automezzo del 118 in via Partenope - si legge nella missiva - e che questi delinquenti erano sprovvisti delle mascherine. (ANSA)