Napoli. Minacce, insulti ai sanitari da parte di 60enni,NO AstraZeneca

Proteste e minacce presso l'hub vaccinale di Napoli.

Napoli. Minacce, insulti ai sanitari da parte di 60enni,NO AstraZeneca
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Napoli. Minacce, insulti ai sanitari da parte di 60enni,NO AstraZeneca

Napoli 04 Maggio, all'hub della Mostra d’Oltremare adibito a centro vaccinazioni, oggi sono fioccate le minacce e gli insulti, rivolti al personale sanitario, da parte dei sessantenni, che pretendevano di essere vaccinati con Pfizer o Moderna, rifiutando il vaccino prodotto da AstraZeneca. 

Era prevista per oggi la somministrazione del vaccino dedicato alla fascia d'età di popolazione compresa tra i 60 ed i 69anni.

La situazione ha portato il direttore generale dell'hub, a chiedere l'intervento delle forze di polizia, per sedare le proteste.

L’Asl Napoli 1 Centro ribadisce che “il piano vaccinale prevede la somministrazione del vaccino a m-RNA di AstraZeneca, dedicata alla fascia d'eta di appartenenza dei pazientin presenti in data odierna, senza che questo possa essere modificato.

Il Direttore Generale Verdolina commenta molto duramente l'accaduto di oggi, avvisando che non saranno tollerate altre proteste.

La direttrice sanitaria dell’Asl Napoli 1 Centro Maria Corvino agiunge, che la somministrazione del vaccino Pfizer spetta solo ai cittadini che hanno patologie o condizioni di salute tali, da rendere indispensabile la somministrazione del vaccino a m-RNA.