Il ritorno dei pidocchi a scuola in un liceo di Reggio Calabria

Il ritorno dei pidocchi a scuola in un liceo di Reggio Calabria

Il Ritorno dei Pidocchi: Un Allarme per le famiglie Italiane

Dopo averli affrontati sotto l’ombrellone, i pidocchi stanno facendo il loro ritorno e sembrano intenzionati a occupare nuovamente i banchi di scuola in numero maggiore.

L’allarme è stato lanciato dal pediatra Italo Farnetani, il quale conferma un incremento dei casi di pediculosi, una preoccupazione annuale per molte famiglie italiane.

Questo problema riguarda soprattutto il primo ciclo scolastico, coinvolgendo i bambini più piccoli e mettendo genitori e dirigenti scolastici di fronte a una sfida.

Milena Piscozzo, preside dell’Istituto Comprensivo Riccardo Massa di Milano e componente del direttivo nazionale dell’Andis:

“Per chi vive in comunità, grandi o piccole che siano, i pidocchi sono sempre stati un problema. E dato che la scuola è una comunità, una grande comunità, – ha detto all’Adnkronos Piscozzo

Il Ruolo dei Dirigenti Scolastici

La preside del Liceo Newton di Roma e presidente dell’Associazione nazionale presidi Lazio, Crista Costarelli, spiega che

i dirigenti scolastici non possono allontanare direttamente un bambino o un ragazzo dalla scuola a causa dei pidocchi.

Tuttavia, possono emettere una circolare invitando le famiglie a effettuare controlli accurati, soprattutto in autunno, quando i pidocchi tendono a proliferare.

Gestione dei casi di Pidiculosi

Il docente che nota segni di infestazione sul singolo bambino segnala la sospetta pediculosi al dirigente scolastico.

Il dirigente scolastico richiede ai genitori un certificato medico o una autocertificazione di avvio del trattamento ai fini della continuazione della frequenza scolastica.

Nonostante gli appelli per effettuare controlli accurati, in alcuni casi, i bambini possono essere portati a scuola anche se si sospetta la presenza di pidocchi o lendini.

In questi casi, se un docente se ne accorge, avverte il preside che gentilmente chiede alla famiglia di effettuare un controllo più approfondito.

E di tenere il bambino a casa e di adottare le necessarie misure preventive.

Se queste misure non vengono seguite, il personale docente e dirigente non può allontanare l’alunno dalla scuola, e si rende necessario l’intervento delle autorità sanitarie locali (ASL).

Un Appello per l’Equilibrio

La preside del Liceo A.Volta di Reggio Calabria, la professoressa Maria Rosa Monterosso, fa appello per un approccio equilibrato alla situazione.

Oltre alle normali misure preventive, è difficile prevenire completamente i pidocchi se non adottando comportamenti igienici personali e collettivi adeguati.

Pertanto, è importante non esagerare nell’allarme riguardo alla pediculosi e concentrarsi sul ritorno a scuola, creando un’atmosfera di gioia e novità per gli studenti.

https://www.epicentro.iss.it/pediculosi/

Condividi sui social