Governo pro tassisti e non NCC

Salvini querela per calunnia

Salvini querela per calunnia
Il vicepremier respinge le accuse su Tommaso Verdini.

Milano, 4 gennaio 2024 – Matteo salvini ha annunciato che querelerà per calunnia tutti coloro che lo hanno coinvolto, a suo dire a sproposito, nelle vicende che hanno portato all’arresto di Tommaso Verdini, il figlio dell’ex ministro Denis Verdini.

“Ho l’onore e l’onere di prendermi responsabilità delicate, sempre in totale autonomia, nell’esclusivo interesse dell’Italia per promuovere lo sblocco, l’accelerazione e la progettazione di opere pubbliche ferme da anni”, ha affermato Salvini in una nota.
“Essere coinvolto a sproposito in vicende di cui non so nulla non è più tollerabile”.

“Da oggi cominciano a partire querele, da parte mia e della mia compagna Francesca Verdini come me coinvolta senza motivo in diversi articoli”, ha proseguito Salvini.

“Con l’impegno a devolvere in beneficenza tutto quello che i calunniatori dovranno risarcire”.

Le querele di Salvini si inseriscono nel contesto di un’inchiesta della Procura di Roma che vede coinvolti Tommaso Verdini e alcuni suoi ex collaboratori per presunti reati di corruzione e traffico di influenze.

Verdini è accusato di aver ricevuto tangenti per favorire l’assegnazione di appalti pubblici.

Salvini ha sempre respinto le accuse nei suoi confronti, sostenendo di non avere alcun rapporto con Verdini e di non essere a conoscenza delle sue attività.

Condividi sui social