Reggio Calabria. Assistenti educativi senza stipendio da mesi

Caso di mala gestione delle risorse comunali, che preclude agli Assistenti Educativi la possibilità di poter contare sul proprio stipendio spettante, e caos anche nella determina delle assunzioni.

Reggio Calabria. Assistenti educativi senza stipendio da mesi
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Reggio Calabria. Assistenti educativi senza stipendio da mesi 

Il movimento politico La Strada, nato a Reggio Calabria nel 2019, rappresentato dall’attivista Saverio Pazzano, evidenzia una problematica molto importante, che riguarda alcuni lavoratori che svolgono la mansione di Assistenti educativi, per il Comune di Reggio Calabria, e che continuano a ricevere lo stipendio mensile, con un incommensurabile ritardo.

Sarebbe superfluo ricordare all’Amministrazione Comunale, le conseguenze causate agli operatori educativi da tali ritardi dei versamenti salariali, ma visto che la situazione continua a protrarsi, e sembra non essere arrivata ancora ad una svolta, ci teniamo a rimarcare i dati oggettivi relativi ai pagamenti di Dicembre, che spettavano a questi lavoratori e che ancora non sono stati erogata, evidenziando inoltre la mancanza dei pagamenti successivi che riguardano le prime mensilità dell’anno 2021.

Ci teniamo a sottolineare il prezioso lavoro svolto dal questa categoria di lavoratori, ed il grande apporto che ne scaturisce per la nostra società, basti pensare a tutti quei bambini o alunni definiti più “fragili” affetti da patologie che li rendono DISABILI a VITA, a loro affidati, che necessitano di queste figure educative, e che senza di loro gli sarebbe impedita l’inclusione e l’integrazione al pari di tutti gli altri esseri umani.

Dobbiamo il massimo rispetto a questi lavoratori e la massima attenzione, senza tergiversare ancora, facendo il possibile per metterli in condizione di poter continuare il loro FONDAMENTALE operato!

L’assistente Rosy Chirico membro attivo del movimento La Strada, ci tiene a rimarcare che non si tratta solo della questione stipendiale, ma di una gestione strutturale che deve adeguarsi alla professionalità degli Assistenti Educativi, proponendo l’assunzione di tali figure tramite un bando ben congegnato ed un preciso inquadramento contrattuale.

Affinché ciò avvenga, è necessario eppure urgente, che l’assessorato al Welfare convochi un “Tavolo tecnico” con gli assistenti educativi, i loro rappresentanti, i sindacati e gli addetti agli uffici comunali competenti, per discutere della situazione attuale, e programmare l’immediato futuro per raggiungere un unanimità d’intenti.

In tal senso, oggi 13 Aprile 2021, Il Movimento La Strada, ha provveduto ad ufficializzare tale richiesta, inviandola a mezzo PEC, all’Assessore Delfino.

Sarebbe impensabile che il prossimo anno scolastico venga avviato ancora, senza aver trovato una soluzione che garantisca un inserimento adeguato dei soggetti più fragili nella vita scolastica e il rispetto della dignità professionale delle lavoratici e dei lavoratori che li assistono, a tal proposito ci aspettiamo un gesto di civiltà dal Comune in oggetto.