Roma. Aggressioni continue ai danni di autisti Atac e Cotral

Vicinanza agli autisti Atac e cotral che quotidianamente subiscono aggressioni verbali e fisiche,il nostro impegno sarà tutelarli con un ddl, Sen. William De Vecchis". Pasquale Velardi della Lega di Marcellina si pronuncia a favore degli autisti

Roma. Aggressioni continue ai danni di autisti Atac e Cotral
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Aggressioni continue ai danni di autisti Atac e Cotral: in questo caso un' aggressione choc ai danni di un autista del Cotral mentre era fuori servizio è accaduto qualche giorno prima di Natale a Villanova.

Ad essere picchiato un autista di 36 anni U.G. sulla linea Ponte Mammolo - Villanova Polimar. L'aggressore un uomo di colore.

"Occorrono provvedimenti severi per arginare il fenomeno del vandalismo sugli autobus e delle aggressioni al personale. Si pensa sempre più spesso di dotare gli autisti di spray al peperoncino o di taser, ma spero che le acque si calmino e che non si arrivi a tanto.", Pasquale Velardi.
Purtroppo i numerosi atti vandalici contro i mezzi pubblici si sono trasformati in vere e proprie aggressioni fisiche e verbali, ai danni di controllori ed autisti. Una situazione allarmante, che potrebbe richiedere la messa in campo di metodi preventivi più stringenti, come la presenza di agenti di polizia e carabinieri in borghese a bordo dei bus.
Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia di Tivoli ed un ambulanza.
 L' autista trasportato all'ospedale di Tivoli riportava un forte trauma cervicale ed una contusione sul costato sinistro.
Sono in corso le indagini del caso.

Sulla vicenda si registra l'attenzione di un senatore che ha preso a cuore la problematica, dichiarando quanto segue:

"Vicinanza agli autisti Atac e cotral che quotidianamente subiscono aggressioni verbali e fisiche,il nostro impegno sarà tutelarli con un ddl, Sen. William De Vecchis".

L'aggredito ci ha scritto quanto segue:

" Nel risalire dalla porta anteriore sul bus mentre mi accingevo a sedermi sul posto guida, ma  venivo afferrato alle spalle, mi veniva tirata la sciarpa che portavo al collo e venivo stretto.  In un primo momento mi veniva a mancare l'aria,  poi riuscivo a liberarmi ma il tizio strattonandomi mi faceva cadere all'indietro battendo la testa sul  bus e il collo sul basso cruscotto del bus.

Mentre cadevo mi dava un calcio al costato sx e il secondo calcio riuscivo ad attutirlo con il gomito. Il ragazzo scappava mentre io mi alzavo per corrergli dietro ma in un primo momento avevo un forte giramento di testa e non riuscivo a muovermi.  Giungeva sul posto una pattuglia della polizia di Tivoli e venivo portato al pronto soccorso di Tivoli dall'ambulanza giunta successivamente.  Riportavo un forte trauma cervicale e una contusione sul costato sx. Effettuano il girino dopo la denuncia presso il commissariato di Tivoli".