Roma.Dirigente del Miur, indagata tenta il suicidio.

Tenta di suicidarsi perché indagata per corruzione

Roma.Dirigente del Miur, indagata tenta il suicidio.
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Roma.Dirigente del Miur, indagata tenta il suicidio.

Ieri 14 Aprile c.m. Giovanna Boda, 47 anni, capo del dipartimento per le Risorse umane, finanziarie e strumentali del ministero dell’Istruzione, è indagata per corruzione in concorso con altre persone, nell’ambito di un’inchiesta della procura di Roma, relativa a presunte tangenti per affidamenti di appalti da parte del ministero.

La donna dopo la perquisizione, ieri si è lanciata dal secondo piano di un palazzo sito in piazza della Libertà a Roma, ed ora è ricoverata in gravissime condizioni al Policlinico Gemelli.

Una notizia che ha scosso la scuola calabrese, di cui la Boda aveva la direzione dell'Ufficio scolastico regionale (insieme al collega capo dipartimento del ministero dell’Istruzione, Stefano Versari), dopo che il Miur aveva momentaneamente sollevato dall’incarico la direttrice generale Maria Rita Calvosa, 59 anni di Roma, azzerando i vertici dell’Usr Calabria, in seguito allo scandalo del mercimonio di titoli e attestati e, soprattutto, degli episodi di corruzione che sarebbero avvenuti nel Vibonese

Attenderemo i nuovi risvolti dell'inchiesta giudiziaria aperta a suo carico.