Sanremo, contagi in una rsa, infermieri da Tunisi

si starebbe lavorando a livello centrale a un accordo con il governo di Tunisi per avere personale infermieristico.

Sanremo, contagi in una rsa, infermieri da Tunisi
chesini garden
chesini garden
chesini garden

"Ci auguriamo che il focolaio si spenga presto - conclude - grazie alle rigide misure adottate e che immediatamente dopo si possa procedere ad una vaccinazione integrale di personale e ospiti, che era già in programma", dichiara il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, che insieme all'assessore Costanza Pireri è in contatto con la direzione sanitaria di Casa Serena, l'Asl e la Prefettura.

Il sindaco ringrazia:  "Da sei giorni che è in atto una mobilitazione di forze per Casa Serena - aggiunge - oltre alla diagnostica si sta facendo un enorme lavoro in struttura, con ogni ospite isolato e seguito personalmente nella propria stanza. Gli operatori in servizio stanno moltiplicando le forze con un impegno encomiabile"

Nel frattempo, vista l'emergenza, 20 contagiati su 80 operatori,ospiti contagiati sono infatti 86, si spera nell'arrivo di infermieri da Tunisi.

Si ritorna con la mente al 16 aprile 2020:

L'invio della delegazione tunisina, come informa il consolato generale di Milano, è stato deciso dal presidente della Repubblica Tunisina Kais Said per sostenere gli sforzi per affrontare l'epidemia di Coronavirus ed era già stato annunciato durante la sua recente telefonata con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. (ANSA).

Ricordiamo pure l' accordo tra il Governo della Repubblica Italiana e il Governo dello Stato del Kuwait sulla
cooperazione nel campo della salute e delle scienze mediche, firmato a Roma il 26 novembre 2009.

La domanda sorge spontanea, ma se si riscontravano problemi e carenze nella sanità piu' di 10 anni fà perchè non si è provveduto a investire, a creare percorsi scolastici adeguati, strutture all'avanguardia, visto che il 75% delle risorse delle regioni vanno nel settore? Interrogativi a cui la politica in genere sfugge.