Sardegna, ecco i furbetti del vaccino

11 medici e i 4 quattro infermieri indagati

Sardegna, ecco i furbetti del vaccino
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Le verifiche sono estese ai punti vaccinali allestiti dall'Ares-Ats, l'azienda regionale per la salute, a Oristano, Bosa, Ghilarza, Ales, Macomer e Sorgono, dopo lo scandalo di coloro che hanno avuto il vaccino senza che toccasse loro.

11 medici e i 4 quattro infermieri indagati "avrebbero favorito la vaccinazione per soggetti che non rientravano nelle categorie individuate come prioritarie dal piano vaccinale", ha spiegato il procuratore capo di Oristano. "Gli accertamenti non sono terminati", e oltre al punto vaccinale di via Pira a Oristano sono in corso su tutto il territorio "di competenza del Tribunale di Oristano".

Tra  'beneficiari' figurano anche esponenti delle forze dell'ordine, famigliari e conoscenti.

Solite brutte storie che si ripetono da nord a sud.

La notizia è stata data dalla  comandante dei Nas di Cagliari, maggiore Nadia Gioviale, assieme al procuratore della Repubblica di Oristano Ezio Domenico Basso, ha sintetizzato i risultati della prima parte dell'inchiesta 'Saltafila', che ha portato all'iscrizione nel registro degli indagati di 15 fra medici e infermieri, impegnati nelle vaccinazioni anti-Covid per conto della Assl di Oristano. ( fonte AGI).