Tornano di moda le rapine sui treni

Ci sono state due aggressioni in pochi giorni sui treni regionali lombardi: un 19 enne aggredito a Seveso e una 23 enne presa a pugni a Gemonio.

Tornano di moda le rapine sui treni
rapine sui treni
Tornano di moda le rapine sui treni
chesini garden
chesini garden
chesini garden

Ci sono state due aggressioni in pochi giorni sui treni regionali lombardi: un 19 enne aggredito a Seveso e una 23 enne presa a pugni a Gemonio.

La prima aggressione risale al 13 gennaio intorno alle 21 e 30 sulla tratta Camnago-Seveso quando un giovane operaio 19enne, protagonista sui social con 178 mila follower su Tik Tok, è stato bloccato nei pressi della porta del vagone da due nordafricani che lo hanno perquisito sottraendogli il borsello che fortunatamente conteneva solo la carta di identità.

I due malintenzionati all’apertura delle porte alla stazione di SEveso sono fuggiti correndo, ma il rapido intervento dei carabinieri ha reso possibile fermare nei dintorni della stazione un 26 tunisino residente a Lentate sul Seveso, già noto come autore di reati contro il patrimonio che è stato riconosciuto dalla vittima dell'aggressione ed è stato arrestato e condotto alla Casa Circondariale di Monza.

La seconda aggressione è avvenuta a Gemonio sulla tratta Milano-Laveno di Trenord il 16 gennaio alle 19 e la vittima, che viaggiava a bordo di un treno diretto verso Laveno, è stata una ragazza di 23 anni a cui è stato sottratto il cellulare ed è stata picchiata. 

La ragazza, secondo il suo racconto, sarebbe stata avvicinata da un giovane che la ha aggredita e dal suo tentativo di difesa è nata una colluttazione durante la quale ha ricevuto un pugno in faccia e le è stato sottratto il telefono dalla borsa.