Allarme sicurezza

Allarme sicurezza a Firenze: spaccate nei ristoranti in aumento

Allarme sicurezza. A Firenze, la situazione della sicurezza nei ristoranti è diventata allarmante. Il numero di furti ai danni di bar e ristoranti è in costante aumento, con una media di tre furti al giorno.

Questo fenomeno ha messo in allarme TNI Ristoratori Italia, che ha lanciato un appello urgente per affrontare questa emergenza.

Paura e preoccupazione crescente

Raffaele Madeo, presidente di TNI Ristoratori Italia, esprime la preoccupazione diffusa tra gli imprenditori del settore, i loro dipendenti e i clienti.

La situazione è così grave che le compagnie assicurative stanno rinunciando ad assicurare bar e ristoranti a causa dei numerosi furti.

Proposta di utilizzare droni per la sicurezza

Nel mezzo di una disputa politica tra il Comune di Firenze e il Governo riguardo alla carenza di agenti di polizia, TNI Ristoratori Italia ha lanciato una proposta audace.

Durante la pandemia di COVID-19, sono stati utilizzati droni per il controllo della popolazione.

Ora, di fronte alla mancanza di agenti di polizia, l’idea è quella di impiegare droni sia di giorno che di notte per garantire la sicurezza della città.

Il racconto di un ristoratore fiorentino

Leonardo Tronconi, ristoratore fiorentino e proprietario del Mattacena, condivide la sua frustrazione e paura.

La situazione attuale lo ha spinto a installare un sistema di videosorveglianza nel suo locale, ma questo non è stato sufficiente a fermare i criminali.

Tronconi racconta l’ultimo furto subito, in cui i ladri non solo hanno rubato denaro e attrezzature, ma hanno anche deriso il suo ristorante mangiando un pezzo di cheesecake prima di fuggire.

Una città degradata e una sensazione di insicurezza

Tronconi esprime la sua disillusione nel vedere la sua città, Firenze, in uno stato di degrado e insicurezza che non aveva mai sperimentato in passato.

Anche durante il giorno, si sente a rischio persino quando porta con sé l’incasso nel suo zaino.

In conclusione, la crescente ondata di furti nei ristoranti a Firenze ha portato l’industria ristorativa a chiedere soluzioni urgenti.

Compreso l’utilizzo di droni per migliorare la sicurezza della città.

Nel frattempo, imprenditori come Leonardo Tronconi sono costretti a prendere misure extra per proteggere i loro locali, mentre la sensazione di insicurezza tra i cittadini continua a crescere.

Condividi sui social