Bova Marina

Bova Marina, evento ricordo di Nino Autelitano

Bova Marina. Tour “Pedaliamo contro il Cancro”: Un Tributo a Nino Autelitano

Introduzione: Un Evento Memorabile nel Cuore dell’Area Grecanica a Bova Marina.

Bova Marina. Il tour “Pedaliamo contro il cancro” in memoria di Nino Autelitano, un noto imprenditore scomparso prematuramente, ha avuto luogo ieri.

Saverio Zavettieri

Questo evento ha riunito numerosi cicloamatori, che hanno partecipato a un’emozionante pedalata attraverso l’Area Grecanica, rendendo omaggio alla memoria di Autelitano. Il percorso è stato suggestivo e carico di significato, offrendo ai partecipanti un’esperienza unica.

La Memoria di Nino Autelitano: Un Imprenditore Antesignano di Bova Marina.

Nino Autelitano è stato un imprenditore visionario, noto per la sua intraprendenza e il suo contributo significativo alla comunità di Bova Marina

. La sua scomparsa prematura ha lasciato un vuoto profondo, ma eventi come questo tour dimostrano quanto il suo ricordo sia ancora vivo e celebrato.

L’evento ha voluto onorare il suo impegno e la sua passione, mantenendo viva la sua eredità attraverso un’iniziativa benefica e comunitaria.

Le Associazioni Organizzatrici: Un Ringraziamento Speciale

L’organizzazione del tour è stata resa possibile grazie alla collaborazione di diverse associazioni.

Sport e Fitness-Bikes, AIRC e Area Grecanica in Tour hanno svolto un ruolo fondamentale nella realizzazione dell’evento. La loro dedizione e il loro impegno hanno garantito il successo della manifestazione, offrendo un esempio di come la cooperazione tra diverse realtà possa portare a risultati straordinari.

Sicurezza del Tour: L’Impegno delle Associazioni di Volontariato

La sicurezza dei partecipanti è stata una priorità assoluta per gli organizzatori.

Le associazioni di volontariato e di assistenza hanno fornito supporto lungo tutto il percorso, assicurando che l’evento si svolgesse senza incidenti

. Il loro contributo è stato essenziale per creare un ambiente sicuro e accogliente per tutti i cicloamatori, dimostrando ancora una volta il valore della solidarietà comunitaria.

La Famiglia Autelitano e l’Azienda Spinasanta: Padroni di Casa Esemplari

Un ringraziamento speciale va alla famiglia Autelitano e all’Azienda Spinasanta per il loro generoso supporto.

Hanno svolto il ruolo di padroni di casa con grande ospitalità, dimostrando un forte attaccamento al buon nome di Bova Marina. Il loro contributo ha reso l’evento ancora più significativo, sottolineando l’importanza della memoria e del ricordo nel mantenere viva la storia e i valori della comunità.

Il Percorso del Cuore: Un Viaggio nell’Area Grecanica

Il percorso del tour ha attraversato alcune delle zone più affascinanti dell’Area Grecanica, offrendo ai partecipanti l’opportunità di scoprire paesaggi mozzafiato e luoghi ricchi di storia.

La bellezza del territorio ha fatto da cornice perfetta a un evento carico di emozioni, creando un legame ancora più forte tra i partecipanti e il luogo che ha ospitato la manifestazione.

La Partecipazione dei Cicloamatori: Un Successo Straordinario

La partecipazione dei cicloamatori è stata straordinaria, con numerosi appassionati che hanno risposto all’appello per sostenere la lotta contro il cancro.

La loro presenza ha reso l’evento ancora più speciale, trasformandolo in una vera e propria celebrazione della vita e della solidarietà. Ogni pedalata ha rappresentato un gesto di speranza e di impegno nella battaglia contro una malattia che colpisce molte persone.

Beneficenza e Solidarietà: I Proventi per AIRC

Uno degli obiettivi principali del tour è stato raccogliere fondi per AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Grazie alla generosità dei partecipanti e degli sponsor, è stato possibile raccogliere una somma significativa da destinare alla ricerca.

Questo dimostra come eventi sportivi e comunitari possano avere un impatto positivo e concreto nella lotta contro il cancro, sostenendo la ricerca e le cure.

Un Messaggio di Speranza: Il Futuro del Tour

Il tour “Pedaliamo contro il cancro” non è solo un evento isolato, ma rappresenta un messaggio di speranza e di continuità.

Gli organizzatori e i partecipanti hanno già manifestato l’intenzione di rendere questa manifestazione un appuntamento annuale, per continuare a onorare la memoria di Nino Autelitano e sostenere la ricerca sul cancro.

Questo impegno testimonia la forza della comunità e la volontà di fare la differenza attraverso l’azione collettiva.

Conclusione: Un Ringraziamento di Cuore da parte di Saverio Zavettieri:

“Grazie a tutti per aver dato vita a questo evento Ieri si e’ svolto il Tour “Pedaliamo contro il cancro” in memoria di Nino Autelitano

In conclusione, un sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno reso possibile il tour “Pedaliamo contro il cancro”.

Dagli organizzatori ai volontari, dai partecipanti agli sponsor, ogni contributo è stato fondamentale per il successo dell’evento.

La memoria di Nino Autelitano è stata celebrata nel migliore dei modi, con un’iniziativa che ha unito sport, solidarietà e comunità.

L’auspicio è che questo tour continui a crescere e a ispirare, portando avanti il messaggio di speranza e di impegno nella lotta contro il cancro.

Partecipa Anche Tu!

Invitiamo tutti a partecipare alle future edizioni del tour e a sostenere le iniziative di AIRC. Ogni piccolo gesto può fare la differenza nella battaglia contro il cancro.

Pedaliamo insieme per un futuro migliore, in memoria di Nino Autelitano e per tutti coloro che combattono ogni giorno contro questa malattia.

 

L’Area Grecanica: Un Viaggio Tra Storia, Cultura e Tradizioni

Introduzione all’Area Grecanica

L’Area Grecanica è una regione situata nella parte meridionale della Calabria, caratterizzata da una forte influenza della cultura greca. Questo territorio, che si estende lungo la costa ionica e l’entroterra montuoso dell’Aspromonte, è conosciuto per la sua ricca storia, le tradizioni antiche e un patrimonio culturale unico. L’Area Grecanica offre un’affascinante combinazione di bellezze naturali, siti storici e tradizioni vive che affondano le radici nell’antichità.

I Comuni dell’Area Grecanica

L’Area Grecanica comprende diversi comuni, ognuno con le sue peculiarità e il suo fascino. Tra i principali comuni della regione si annoverano:

  1. Bova: Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, Bova è il cuore culturale dell’Area Grecanica. Il borgo conserva ancora oggi tradizioni linguistiche e culturali grecaniche.
  2. Condofuri: Situato lungo la costa, Condofuri è noto per le sue spiagge e il suo ricco patrimonio archeologico.
  3. Gallicianò: Un piccolo villaggio dove la lingua grecanica è ancora parlata quotidianamente, Gallicianò è un vero e proprio museo a cielo aperto.
  4. Roghudi: Diviso tra l’area costiera e quella montana, Roghudi offre panorami spettacolari e un profondo legame con le tradizioni grecaniche.
  5. Palizzi: Con il suo castello medievale e le sue spiagge incontaminate, Palizzi è un altro gioiello dell’Area Grecanica.
  6. Melito di Porto Salvo: Un importante centro urbano della regione, Melito di Porto Salvo è noto per la sua storia e le sue tradizioni.

La Storia dell’Area Grecanica

La storia dell’Area Grecanica è strettamente legata alla colonizzazione greca della Magna Grecia, avvenuta tra l’VIII e il V secolo a.C. I coloni greci portarono con sé la loro cultura, la loro lingua e le loro tradizioni, che si sono radicate profondamente nel territorio.

Durante il periodo bizantino, l’Area Grecanica divenne un importante centro culturale e religioso. La lingua greca rimase predominante e molte chiese e monasteri furono costruiti in stile bizantino. Con l’arrivo dei Normanni nel XI secolo, la regione subì cambiamenti significativi, ma la cultura grecanica riuscì a sopravvivere.

Nei secoli successivi, l’Area Grecanica affrontò numerose sfide, tra cui incursioni turche e terremoti devastanti. Tuttavia, la tenacia della popolazione locale ha permesso di preservare gran parte del patrimonio culturale grecanico fino ai giorni nostri.

La Cultura Grecanica Oggi

Oggi, l’Area Grecanica è un luogo dove le antiche tradizioni convivono con la modernità. La lingua grecanica, una variante del greco antico, è ancora parlata in alcuni villaggi e viene insegnata nelle scuole locali per preservarne l’uso. La musica, la danza e le feste tradizionali sono parte integrante della vita quotidiana.

Le tradizioni gastronomiche dell’Area Grecanica sono un altro aspetto affascinante della cultura locale. Piatti come il “maccu” (una zuppa di fave), la “pitta” (una focaccia ripiena) e il “pipi e patati” (peperoni e patate) sono solo alcune delle delizie che si possono gustare nella regione.

Il Patrimonio Naturale dell’Area Grecanica

L’Area Grecanica è anche rinomata per la sua straordinaria bellezza naturale. Il Parco Nazionale dell’Aspromonte offre una vasta gamma di paesaggi, dalle montagne alle foreste, dai fiumi alle cascate. Questo parco è un paradiso per gli amanti della natura, con numerosi sentieri escursionistici che permettono di esplorare la flora e la fauna locali.

Le spiagge lungo la costa ionica sono altrettanto affascinanti, con acque cristalline e sabbia dorata. Le località balneari come Palizzi Marina e Melito di Porto Salvo sono perfette per una vacanza all’insegna del relax e del mare.

Eventi e Manifestazioni nell’Area Grecanica

L’Area Grecanica ospita numerosi eventi e manifestazioni che celebrano la sua ricca cultura e storia. Tra questi, il Festival della Musica Grecanica a Bova è uno degli eventi più attesi, dove si esibiscono artisti locali e internazionali. Le feste religiose, come la Festa di San Rocco a Roghudi, attirano visitatori da tutta la regione e oltre.

Conclusione: Un Patrimonio da Scoprire

L’Area Grecanica è un tesoro di storia, cultura e bellezze naturali. Ogni comune, con le sue caratteristiche uniche, contribuisce a formare un mosaico affascinante che racconta secoli di storia e tradizioni. Visitare l’Area Grecanica significa immergersi in un mondo dove il passato vive ancora nel presente, offrendo esperienze indimenticabili a chiunque voglia scoprire questo angolo autentico della Calabria.

Se non avete ancora visitato l’Area Grecanica, vi invitiamo a farlo. Ogni angolo di questa regione racconta una storia, ogni incontro con la sua gente arricchisce l’anima. Che siate appassionati di storia, amanti della natura o semplicemente in cerca di nuove esperienze, l’Area Grecanica saprà conquistarvi e lasciarvi con il desiderio di tornare ancora e ancora.

——————-
notizie dalla Lombardia
Condividi sui social