Droga, combatterla con l'app lanciata dal MOIGE

Droga, combatterla con l’app lanciata dal MOIGE

Droga, combatterla con l’app lanciata dal MOIGE, Movimento Italiano Genitori

L’app è realizzata in collaborazione con la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (DCSA), ufficio interforze del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno. (ITALPRESS)

Rientra nell’ambito dell’Accordo di collaborazione interistituzionale

E relativo progetto esecutivo ICARUS, sottoscritto tra la stessa Direzione Antidroga e il Dipartimento per le politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

I dati ufficiali sono allarmanti

Dati della Relazione al Parlamento sul fenomeno delle tossicodipendenze del DPA, in Italia, nel 2021:

sono stati 621 mila i ragazzi tra i 15 e i 19 anni ad aver utilizzato almeno una volta, nel corso della propria vita, una sostanza illegale tra cannabis, cocaina, stimolanti, allucinogeni e oppiacei.

A cosa serve l’app?

L’app potrà essere utilizzata sia dai ragazzi che dagli adulti (docenti e genitori) per approfondire l’argomento con l’ausilio di contenuti e video informativi e un test di autovalutazione finale

Il direttore centrale per i Servizi Antidroga, Generale Antonino Maggiore:

“Purtroppo, siamo di fronte ad una vera e propria emergenza. L’utilizzo di sostanze proibite tra i minori è sempre più diffuso, questo in parte per modelli errati che vengono proposti loro, che mostrano le droghe come qualcosa di divertente, in parte perchè chi vende questi prodotti non verifica l’età di chi li acquista – commenta Antonio Affinita, direttore generale del MOIGE – Spesso i ragazzi si avvicinano alle droghe senza comprenderne davvero i rischi, per desiderio di accettazione, per noia o per ribellione. Renderli consapevoli dei rischi reali che corrono può aiutarci a fermare questo fenomeno”.

“Abbiamo scelto di lanciare quest’app perchè sappiamo essere uno strumento familiare ai giovani.

Oggi tutti possiedono un proprio smartphone, su cui hanno installato decine di applicazioni. Vogliamo usare linguaggi a loro chiari e familiari, parlare la loro lingua, per avvicinarli in modo consapevole al problema”, conclude.

 

messaggio promozionale pubblicitario per chi vuole risparmiare sulle vacanze e magari crearsi un’opportunità lavorativa.

 

https://tiportoinviaggio.com/vacanzelowcost

clicca sul link e poi su whatsapp per info: risparmio sulle strutture, anche del 50%, https://tiportoinviaggio.com/vacanzelowcost

Condividi sui social