Reggio Calabria, le bambine: “venite venite siamo qui”

Fa arrestare il marito violento a Catania

Arrestato un Uomo per Maltrattamenti alla Compagna all’interno di un Punto Vendita Ikea a Catania

Un uomo di 32 anni è stato arrestato per maltrattamenti nei confronti della sua compagna, una donna polacca di 48 anni.

L’episodio di violenza familiare si è verificato all’interno del punto vendita Ikea a Catania, sotto gli occhi del figlio minorenne della vittima.

L’arresto è stato possibile grazie all’intervento tempestivo dei carabinieri, chiamati dalla vittima stessa:

ha chiesto aiuto a una cliente dell’esercizio commerciale utilizzando il “Signal for Help”.

Questo gesto convenzionale consiste nell’aprire la mano con il pollice chiuso sul palmo, mentre le dita si chiudono sopra di esso, segnalando così in modo discreto e non verbale la necessità di aiuto.

Le autorità sono intervenute rapidamente e hanno condotto accertamenti immediati.

Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nel centro commerciale e alle testimonianze dei presenti, è stato possibile ricostruire la dinamica dell’incidente.

Sembra che l’uomo abbia iniziato a maltrattare verbalmente la donna dopo aver fatto acquisti insieme.

La situazione è presto degenerata in violenza fisica, avvenuta in presenza del figlio minorenne della vittima.

Le azioni dei carabinieri hanno portato all’arresto dell’uomo, che ora deve rispondere delle accuse di maltrattamenti.

Questo caso evidenzia l’importanza di essere vigili e sensibili alle segnalazioni di situazioni di pericolo, specialmente quando coinvolgono violenza domestica.

Il gesto del “Signal for Help” si è dimostrato un mezzo efficace per chiedere aiuto in modo discreto, contribuendo a intervenire prontamente in situazioni critiche.

La vittima, nel chiedere aiuto, ha dimostrato coraggio e determinazione nel cercare protezione per sé stessa e per suo figlio.

Questo episodio sottolinea l’importanza della consapevolezza e dell’empatia verso le vittime di violenza domestica;

incoraggiando la comunità a reagire e a sostenere chi si trova in situazioni vulnerabili.

Pollice della mano piegato, quattro dita in alto e poi chiuse a pugno: un gesto che significa un’urgente richiesta d’aiuto contro la violenza domestica.

È il Signal for Help che l’associazione Canadian Women’s Foundation ha lanciato nell’aprile 2020 in piena pandemia e che sta diventando popolare in tutto il mondo.

Condividi sui social