Stresa, arrestato nella serata di ieri un cittadino bengalese

Stresa, arrestato nella serata di ieri, vicenda collegata a una relazione sentimentale

Nel pomeriggio di ieri, infatti, un ragazzo 23 enne residente a Milano originario del Bangladesh, ha  contattato i carabinieri di Stresa

L’uomo manifestava la propria preoccupazione per le sorti della ragazza  ventenne di cui non aveva notizie.

La donna anche lei di origini bengalesi, con cui ha da tempo una relazione sentimentale, della quale però da alcuni giorni non aveva più notizie.

Nello specifico il ragazzo ha specificato che il loro rapporto  era ostacolato dal padre della ragazza poiché probabilmente aveva già combinato un fidanzamento nel  loro paese con un’altra persona. 

I carabinieri, dalle informazioni apprese dal ragazzo di Milano, sono risaliti alla famiglia bengalese  residente a Stresa, individuando l’esatto indirizzo. 

Immediatamente i militari si sono portati presso l’abitazione della famiglia straniera e bussato alla porta  dell’appartamento.

Dopo qualche reticenza l’uomo ha aperto la porta.
Alla prima richiesta dove fosse  la figlia l’uomo ha risposto che non era presente poiché nel suo paese d’origine con la propria madre. 

 I carabinieri, che nel frattempo erano entrati nell’appartamento, reiteravano la domanda  convinti che la ragazza fosse in casa

La ragazza,  sentite le voci dei militari, ha iniziato a bussare  insistentemente dall’interno di una stanza che era chiusa.  

La porta che risultava chiusa a chiave dall’esterno, constatando la  presenza della figlia dell’uomo che, in evidente stato di sconforto e agitazione, presentava evidenti  segni di percosse. 

Chiesto l’immediato intervento di una ambulanza la ragazza è stata accompagnata subito presso il  pronto soccorso dell’ospedale di Verbania

In ospedale dove è tuttora ricoverata, viene sottoposta alle prime visite.

Ai carabinieri la giovane ha raccontato che il padre scoperta la sua relazione con il ragazzo di Milano  da lui non approvato, l’aveva rinchiusa nella sua stanza da 4/5 giorni

Rinchiusa, picchiata ripetutamente e  privandola del cibo eccetto l’acqua

Condividi sui social