Antitrust, sanzioni milionarie ai distributori di carburante a Livigno (Sondrio), indagini della Guardia di Finanza.

A seguito delle indagini svolte dalla Guardia di Finanza, l’AGCM – Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato – ha accertato l’esistenza, nel periodo 2012-2022, di un’intesa anticoncorrenziale.

Parliamo di un’intesa tra le società di distribuzione di carburanti che operano a Livigno, zona extra-doganale in provincia di Sondrio.

Zona dove non si applicano le accise e quindi i prezzi di benzina, diesel e gas sono più bassi. Per queste alle società è stata irrorata una sanzione da 4 milioni. 

L’intesa sarebbe avvenuta attraverso comunicazioni settimanali via mail, nelle quali venivano date precise indicazioni dei prezzi da applicare nei vari impianti di distribuzione.

Le mail venivano inviate da una persona ad un elenco, visibile a tutti i destinatari, contenente gli indirizzi delle società in questione.
“E’ un’ottima notizia per i consumatori – dichiara Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia 

e un importante punto di partenza per dar vita ad un procedimento che riguardi le speculazioni avvenute sull’intero territorio italiano.

Questa intesa anticoncorrenziale ha eliminato per troppo tempo il confronto competitivo tra le parti e ha compromesso irrimediabilmente il fisiologico gioco concorrenziale a danno dei consumatori.

 E’ importante ricordare che la concorrenza consente alle imprese di competere in condizioni di parità e, al tempo stesso, le incentiva a sforzarsi costantemente ad offrire ai consumatori i migliori prodotti al miglior prezzo possibile

 il che, a sua volta, guida l’innovazione e la crescita economica a lungo termine.” 

L’Associazione CODICI raccoglie segnalazioni: la delegazione lombarda è disponibile contattando i numeri 02.36503438 – 351.7979897 oppure scrivendo a [email protected].

Condividi sui social