Contributo straordinario contro il caro bollette, Acea impugna il provvedimento

Le precisazioni e le azioni decise da Acea

In merito al “Contributo straordinario contro il caro bollette”, istituito dal legislatore per l’anno 2022 a carico delle imprese operanti nel settore energetico

il Gruppo Acea fa sapere di aver determinato in 28,5 milioni di euro l’ammontare complessivo del contributo

e di aver provveduto al versamento dell’importo dovuto secondo le modalità e le tempistiche previste dalla normativa.

Tuttavia Acea precisa che una parte significativa della base imponibile identificata per le società del Gruppo

non è riconducibile agli extraprofitti che il legislatore intende tassare, bensì a operazioni straordinarie.

In considerazione di ciò, la società ha avviato le azioni necessarie per impugnare la norma ravvisandone elementi di illegittimità, anche costituzionale

In un momento di difficoltà del Paese, però, sarebbe auspicabile maggiore coordinamento ed aperture, stiamo per precipitare in una spirale negativa.

Gli episodi cresceranno nel tempo, un esempio recente quello di Roma

Furti di gas e corrente

furti di energia che aumentano: sono 15 le persone denunciate dai carabinieri per il furto di energia elettrica, di acqua e di gas a Tor Bella Monaca, periferia di Roma.

I militari, insieme al personale di Acea, Areti e dell’Ater – come disposto dal prefetto di Roma, Matteo Piantedosi.

nell’ambito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica – hanno eseguito controlli presso le palazzine popolari di via Giovan Battista Scozza, 15, nei Lotti ‘A-B-C-D-E’ al fine di verificare la presenza di allacci abusivi alla rete elettrica e/o idrica e di occupazioni abusive

 

 

Condividi sui social