Arabia Saudita

Arabia Saudita: 30 anni del programma di separazione dei gemelli siamesi

Un’iniziativa pionieristica dell’Arabia Saudita ha operato 135 gemelli siamesi dal 1990

Il Centro di aiuto umanitario e soccorso King Salman dell’Arabia Saudita ospiterà una conferenza internazionale a Riyadh il 24 e 25 novembre in occasione dei tre decenni del programma saudita di separazione dei gemelli siamesi.

L’iniziativa pionieristica, che ha curato 135 gemelli siamesi provenienti da 25 paesi dal suo lancio nel 1990, dimostra l’eccellenza del Regno nelle cure mediche complesse.

Nel marzo di quest’anno, l’équipe medica saudita, guidata dal dottor Abdullah Al-Rabeeah, ha separato le gemelle siamesi nigeriane Hassana e Hasina presso il King Abdullah Specialist Children’s Hospital nella King Abdulaziz Medical City di Riyadh.

La conferenza, tenutasi sotto il patrocinio del re Salman, segna tre decenni di programma. Riunirà rappresentanti dei ministeri sauditi della Guardia Nazionale, della Difesa, degli Affari Esteri, della Sanità, dell’Istruzione e dei Media, nonché organismi, associazioni e istituzioni umanitarie e sanitarie internazionali.

All’evento parteciperanno anche le famiglie dei gemelli separati, ha detto l’agenzia umanitaria saudita in una dichiarazione ad Arab News.

Gli esperti discuteranno i progressi nella separazione dei gemelli siamesi e i relativi sforzi umanitari, ha aggiunto.

Verrà inoltre organizzata una mostra per mostrare i risultati del programma e la leadership del Regno in campo umanitario e medico.

L’evento è in linea con Saudi Vision 2030, che dà priorità allo sviluppo e al progresso dei settori sanitario e umanitario, ha affermato KSrelief.

 

Condividi sui social