Arabia Saudita

Arabia Saudita: PIF valuta offerta obbligazioni in sterline

L’emissione rientra nella strategia del fondo sovrano dell’Arabia Saudita volta a diversificare continuamente le proprie fonti di finanziamento

Il Fondo di investimento pubblico dell’Arabia Saudita ha fissato il prezzo della sua offerta inaugurale di obbligazioni in sterline a 650 milioni di sterline (829,80 milioni di dollari) nell’ambito del suo attuale programma Euro Medium-Term Note.

L’emissione rientra nella strategia del PIF volta a diversificare continuamente le proprie fonti di finanziamento.

L’offerta, che è stata sottoscritta in eccesso di oltre sei volte, comprende una tranche da 300 milioni di sterline con una cedola di 5 anni e una tranche da 350 milioni di sterline con una cedola di 15 anni.

Prestiti e strumenti di debito sono una delle quattro principali fonti di finanziamento del PIF, insieme agli utili trattenuti da investimenti, iniezioni di capitale da parte del governo e attività pubbliche trasferite al fondo patrimoniale.

PIF detiene un rating A1 con outlook positivo da parte di Moody’s e un rating A+ con outlook stabile da parte di Fitch.

A gennaio, il fondo sovrano ha completato la fissazione del prezzo di un’offerta obbligazionaria del valore di 5 miliardi di dollari.

Secondo una dichiarazione, l’offerta è stata sottoscritta in eccesso di oltre cinque volte, con ordini che hanno raggiunto i 27 miliardi di dollari.

L’offerta di gennaio è stata divisa in tre tranche: una del valore di 1,75 miliardi di dollari con cedola a 5 anni con scadenza nel 2029, un’altra dello stesso importo con cedola a 10 anni e l’ultima del valore di 1,5 miliardi di dollari su 30 anni. periodo.

Ad aprile, BlackRock Arabia Saudita e PIF hanno firmato un memorandum d’intesa che autorizzava la prima a creare una piattaforma di investimento multi-asset con sede a Riyadh.

La piattaforma sarà ancorata a un mandato di investimento iniziale fino a 5 miliardi di dollari da parte del PIF, soggetto al raggiungimento di traguardi concordati tra le parti, ha affermato il fondo in una nota.

Nello stesso mese, un rapporto del Sovereign Wealth Fund Institute afferma che il PIF è salito al quinto posto nella classifica delle organizzazioni di investimento di proprietà statale, con un patrimonio gestito che ha raggiunto gli 861 miliardi di dollari.

L’analisi aggiunge che il fondo patrimoniale si sta avvicinando al suo obiettivo di 1.000 miliardi di dollari in asset entro la fine del 2025, volto a diversificare l’economia del Regno.

A maggio, un rapporto pubblicato da Brand Finance, con sede nel Regno Unito, ha rivelato che il PIF è il fondo sovrano più prezioso al mondo, con un valore del marchio di 1,1 miliardi di dollari.

Secondo la società di consulenza strategica, il fondo ha conquistato il primo posto nella lista grazie alla sua diversificata strategia di investimento, alla fiducia nel suo nome e alla consapevolezza del marchio, nonché al suo ruolo di catalizzatore per il progresso economico in Arabia Saudita.

Condividi sui social