Mafia palermitana. Polizia di Stato sequestra patrimonio a Francesco Di Filippo, esponente della mafia palermitana Mafia palermitana. Palermo, 12 gennaio 2024 - La polizia di Stato di Palermo ha sequestrato un ingente patrimonio riconducibile a Francesco Di Filippo, 46 anni, ritenuto esponente di spicco della mafia palermitana. Il provvediment

Mafia palermitana: ingente sequestro

Mafia palermitana. Polizia di Stato sequestra patrimonio a Francesco Di Filippo, esponente della mafia palermitana

Mafia palermitana. Palermo, 12 gennaio 2024 – La polizia di Stato di Palermo ha sequestrato un ingente patrimonio riconducibile a Francesco Di Filippo, 46 anni, ritenuto esponente di spicco della mafia palermitana.

Il provvedimento, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale, su proposta del procuratore e del questore, ha riguardato:

una comunità alloggio per anziani, un’impresa funebre, un’attività commerciale di rivendita di caffè, un veicolo commerciale, una porzione di villa bifamiliare a Carini, un natante con motore fuoribordo da 150 cv e 19 rapporti finanziari, per un valore complessivo stimato di circa 700.000 euro.

Tra gli elementi alla base del sequestro ci sono le risultanze acquisite nell’ambito delle operazioni “New Connection” e “Padronanza”, che hanno portato all’arresto di Di Filippo e di altri appartenenti alla mafia palermitana.

In particolare, Di Filippo è stato condannato a dieci anni e otto mesi di reclusione per associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsione aggravata nell’ambito dell’operazione “New Connection”.

Nell’operazione “Padronanza”, invece, è stato condannato a dieci anni e quattro mesi per associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsione aggravata.

Il sequestro è stato eseguito dalla Squadra mobile di Palermo, diretta da Rodolfo Ruperti.

Condividi sui social