Buoni pasto Edenred: vertici indagati per truffa e turbativa d'asta Roma, 21 febbraio 2024 - I vertici della società di buoni pasto Edenred Italia sono stati iscritti sul registro degli indagati dalla Procura di Roma per i reati di truffa aggravata, turbativa d'asta in concorso e illeciti amministrativi.

Abuso d’ufficio, novità

Abuso d’ufficio: cos’è e cosa vuole fare il governo.

L’abuso d’ufficio è un reato previsto dall’articolo 323 del codice penale italiano.

Si configura quando un pubblico ufficiale o un incaricato di un pubblico servizio, nell’esercizio delle proprie funzioni, compie un atto contrario ai doveri d’ufficio, al fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale o di arrecare un danno ingiusto a un altro soggetto.

Il reato di abuso d’ufficio è un reato plurioffensivo, in quanto tutela sia l’interesse pubblico al buon andamento dell’amministrazione:

sia l’interesse privato del soggetto danneggiato dall’abuso.

Il governo Meloni ha annunciato l’intenzione di riformare il reato di abuso d’ufficio, al fine di limitare le possibilità di incriminare i pubblici ufficiali e gli incaricati di un pubblico servizio.

La riforma prevede, in particolare, le seguenti modifiche:

Innalzamento del dolo: il reato di abuso d’ufficio dovrebbe essere configurabile solo se il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio agisce con dolo specifico, ossia con l’intenzione di procurare a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale o di arrecare un danno ingiusto a un altro soggetto.

Riduzione dell’ambito applicativo: il reato di abuso d’ufficio dovrebbe essere applicabile solo a condotte che arrecano un danno significativo all’interesse pubblico o al soggetto danneggiato.

Introduzione di una causa di non punibilità: il reato di abuso d’ufficio dovrebbe essere non punibile se l’atto compiuto dal pubblico ufficiale o dall’incaricato di un pubblico servizio è giustificato da ragioni di interesse pubblico o di necessità.

La riforma del reato di abuso d’ufficio è stata accolta con favore da alcune associazioni di categoria, che ritengono che la riforma contribuirà a ridurre il clima di incertezza e di paura che circonda l’esercizio delle funzioni pubbliche. Tuttavia, la riforma è stata criticata da alcuni esponenti dell’opposizione, che ritengono che la riforma possa portare a un aumento dell’impunità per i pubblici ufficiali che commettono abusi.
La riforma del reato di abuso d’ufficio è ancora in fase di discussione e non è chiaro quando verrà approvata dal Parlamento.

Condividi sui social