Luce sui riti della Massoneria

Massoneria, Papa e Macron

Papa e Macron, posizioni diverse sulla Massoneria.

Due Mondi a Confronto: Il Presidente Macron elogia la Massoneria, mentre il Vaticano ribadisce la sua Condanna

Il presidente Macron elogia la Massoneria durante i festeggiamenti per i 250 anni dalla fondazione del Grande Oriente di Francia.

Pronuncia un discorso che riconosce i meriti della Massoneria e auspica una collaborazione con lo Stato per promuovere un nuovo Umanesimo.

Purtroppo, la posizione laica e liberale della Francia non trova riscontro in Italia, né tanto meno in Vaticano.

Il Dicastero per la Dottrina della Fede scrive, approvato da Papa Bergoglio, una nota a un Vescovo delle Filippine preoccupato per la diffusione della Massoneria.

Ribadisce che la Massoneria è proibita, e coloro che ne fanno parte sono in uno stato di peccato grave.

Questa presa di posizione sembra anacronistica nei tempi attuali, riproponendo la condanna pronunciata nel 1738 da Clemente XII.

Tale discriminazione verso i massoni appare incomprensibile, considerando il loro impegno per la fratellanza universale, il perfezionamento morale e il progresso della società.

Con tutto il rispetto per l’autorità Pontificia, questa posizione sembra un retaggio storico poco adatto ai tempi moderni.

I massoni sono cittadini spirituali e sacri, rispettosi di tutte le religioni, accoglienti verso uomini e donne di ogni fede, compresi i cattolici che vivono secondo la morale cristiana.

In un mondo in cui la diversità è sempre più apprezzata, la discriminazione contro la Massoneria sembra una visione superata che va oltre la comprensione dei valori moderni.

articoli correlati

SEARCH RESULTS: MASSONERIA (43)

Condividi sui social