Filiera

Filiera carne: verso la sostenibilità digitale

Filiera carne: verso la sostenibilità digitale con il Manifesto SMART MEAT 2030

10 punti per un futuro più efficiente, ecologico e responsabile per la filiera carne.

Roma, 1 giugno 2024 – La filiera della carne italiana guarda al futuro con un impegno concreto verso la sostenibilità digitale. Dieci i punti chiave del Manifesto SMART MEAT 2030 (Sustainable Management and Advanced Responsible Technologies for Meat Ecosystems and Agri-food Tracking), siglato oggi in Senato durante la presentazione del Rapporto “La transizione digitale delle filiere italiane della carne”.

Un settore in evoluzione

L’Italia, con 3,69 milioni di tonnellate di carne prodotta, si colloca al 5° posto in Europa, ma con un consumo pro-capite di soli 72 kg all’anno. Le filiere della carne, pur avendo già beneficiato degli investimenti in Industria 4.0 e del PNRR, possono trarre ancora maggiori vantaggi da un approccio orientato alla sostenibilità digitale.

Le sfide e le opportunità della digitalizzazione

Il Rapporto evidenzia come la digitalizzazione possa ottimizzare l’uso delle risorse, migliorare il benessere animale e ridurre l’impronta ecologica dell’intera filiera. Tecnologie come IoT, telemetria, intelligenza artificiale e big data possono monitorare le condizioni degli animali e dell’ambiente in tempo reale, ottimizzare l’alimentazione, prevenire malattie e migliorare la qualità del prodotto finito.

Il ruolo fondamentale della formazione

Per cogliere appieno le opportunità della trasformazione digitale, è fondamentale investire nella formazione degli operatori del settore. Antonio De Poli, Senatore della Repubblica, sottolinea l’importanza di “software” adeguati, ovvero competenze umane in grado di gestire i processi digitali.

Verso una “super-sostenibilità”

Giuseppe Pulina, Presidente di Carni Sostenibili, parla di “super-sostenibilità”, dove gli aumenti produttivi derivano dall’informazione e dalla riduzione degli input. Un sistema che produce di più consumando di meno.

Le tecnologie al servizio della sostenibilità

Le aziende del settore possono contare su soluzioni tecnologiche innovative per ottimizzare i processi, ridurre gli sprechi e migliorare l’impatto ambientale. Angelo Fienga di Cisco e Francesco Frinchillucci di SAS illustrano come IoT, intelligenza artificiale e analisi dei dati possono contribuire a questi obiettivi.

Fondazione per la Sostenibilità Digitale: promotrice del cambiamento

La Fondazione per la Sostenibilità Digitale, prima in Italia ad analizzare le correlazioni tra trasformazione digitale e sostenibilità, ha realizzato il Rapporto e promosso il Manifesto SMART MEAT 2030.

Un impegno per il futuro

Il Manifesto SMART MEAT 2030 è un invito ad aziende, associazioni e istituzioni a collaborare per costruire un sistema ancora più avanzato, sostenibile e tecnologico nella filiera della carne. Un impegno per un futuro più efficiente, ecologico e responsabile.

Ceresio in Giallo: vince François Morlupi con Formule mortali. La prima indagine dei Cinque di Monteverde  Ceresio in Giallo 2024: premiazione …

Condividi sui social