Carabinieri di Cuneo, sgominate due bande di spacciatori di cocaina

Carabinieri di Cuneo, sgominate due bande di spacciatori di cocaina

Carabinieri di Cuneo:  45 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di spaccio di sostanze stupefacenti

Carabinieri di Cuneo: 26 arresti e 16 ricercati

ALBA E BRA – Ieri mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Cuneo hanno dato esecuzione a due misure cautelari, emesse dal GIP del Tribunale di Asti, su richiesta della Procura della Repubblica:

misure nei confronti di 45 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione.

E anche accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti e detenzione illegale di armi.

Le indagini sono state avviate nel maggio e nell’ottobre 2022 dalle Compagnie Carabinieri di Alba e Bra:

indagini che hanno permesso di accertare l’operatività di due network composti da cittadini albanesi ed italiani, che gestivano un fiorente mercato dello spaccio di cocaina nei territori di Alba e Bra.

Gli spacciatori, per lo più albanesi, incensurati e giunti in Italia con visto turistico, cedevano la droga ai loro clienti a qualsiasi ora del giorno e della notte.

E anche per strada e nei parchi pubblici cittadini, in alcuni casi anche davanti alle scuole.

Durante le indagini sono state tratte in arresto in flagranza di reato 25 persone, sottoponendo a sequestro 1,5 chilogrammi di cocaina, 266 grammi di marijuana e 184 grammi di hashish.

Allo stato attuale, sono state tratte in arresto 26 persone, un soggetto è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G. e ad un altro all’obbligo di dimora a Bra.

Sono tutt’ora attivamente ricercate 16 persone, che si trovano, verosimilmente, in territorio albanese.

Le perquisizioni, ancora in corso, hanno permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro ulteriori 860 grammi di c, 415 grammi di marijuana, 8,9 chilogrammi di hashish.

E 12.930 euro in contanti, una pistola semiautomatica, 22 proiettili e 6 proiettili con calibro da verificare.

L’operazione costituisce una risposta al sempre crescente consumo di sostanze stupefacenti che colpisce svariate fasce di popolazione.

Condividi sui social