Pozzolo, porto d’armi abusivo?

Pozzolo. Porto d’armi abusivo, nuove accuse contro Pozzolo.

Il deputato di Fratelli d’Italia è indagato anche per aver portato fuori casa una pistola da collezione.

Biella, 25 gennaio 2024 – La procura di Biella ha contestato al deputato di Fratelli d’Italia Emanuele Pozzolo anche il reato di porto d’armi abusivo.

L’accusa deriva dal fatto che la mini pistola da cui è partito il colpo che ha ferito un uomo a Capodanno è un’arma da collezione e dunque non poteva essere portata fuori casa.

Pozzolo è già indagato per lesioni colpose e omissione di soccorso in relazione all’episodio di Capodanno.

Secondo la ricostruzione dei fatti, il deputato si trovava in un’abitazione di Biella quando ha esploso un colpo di pistola che ha ferito un uomo alla gamba. Pozzolo ha affermato di aver sparato accidentalmente mentre stava maneggiando l’arma.

La nuova accusa di porto d’armi abusivo potrebbe aggravare la posizione del deputato.

La pena prevista per questo reato è la reclusione da sei mesi a tre anni.

Condividi sui social